ComunicatiIn evidenza

San Severo: UNO SCONCIO IN CENTRO STORICO DA ELIMINARE

Un assiduo lettore della nostra “Gazzetta”, il sig Stefano Tamburro, ci invia in redazione una lettera aperta relativa al dissesto del manto stradale in centro storico. Pubblichiamo il testo integrale:

“Egregio Direttore, mi consenta di evidenziare, attraverso la Sua gloriosa testata LA GAZZETTA DI SAN SEVERO, un obbrobrio che riguarda una stradina del nostro centro storico, e mi riferisco al vicolo Sant’Agostino limitrofo all’omonima Chiesa e nostro Santuario, molto frequentato da fedeli locali e forestieri. La pavimentazione del suddetto vicolo è uno scempio inguardabile ((vedi foto)); le antiche basole, di cui è pavimentato tutto il centro storico, sono attualmente coperte in parte ad effetto “macchia di leopardo”, da zone di asfalto che stanno… “resistendo” alle intemperie ed al dilavamento delle acque meteoriche. Si è creato quasi un effetto “a scacchiera”, replica in piccolo della più nota scacchiera di Marostica. Tale situazione è messa ancor più in evidenza – e stride fortemente – con le recenti ristrutturazioni eseguite dalla proprietà di un’attività commerciale (negozio TAMBURRO), una delle più antiche e storiche della città, limitrofa al suddetto Santuario ed al recentissimo restauro della palazzina prospiciente la Chiesa del SS. Soccorso, che ha visto i natali del nostro illustre concittadino, geologo e paleontologo di fama, GIUSEPPE CHECCHIA-RISPOLI. Nell’augurarmi con tanti altri concittadini che quest’APPELLO possa fare da pungolo per “i piani alti” della nostra Amministrazione Comunale, che dovrebbe farsi carico di una spesa non certo esorbitante per le casse comunali (piazza Allegato docet!), grato sin da ora, porgo cordiali saluti.”

STEFANO TAMBURRRO

Altri articoli

Back to top button