Cronaca

SANSEVERESE CONDANNATO PRIMA A 15 ANNI PER OMICIDIO E IN APPELLO A 2 ANNI

LUIGI M., sanseverese di 34 anni, è stato assolto dalla 1^ Corte d’Appello di Roma dalla gravissima accusa di omicidio e condannato a soli DUE ANNI per complicità in occultamento di cadavere. Non fu lui, dunque, ad uccidere un barbone di origine siciliana di 31 anni che, nel giugno 2014, fu assassinato in un piccolo Comune a nord di Roma. Dunque la sentenza di primo grado del GUP di Civitavecchia – che lo condannò a 15 anni per omicidio — è stata letteralmente ribaltata in favore del sanseverese. La Corte del processo d’appello ha ritenuto colpevole dell’omicidio del clochard uno dei due altri arrestati all’epoca.

Altri articoli

Back to top button