ComunicatiPrima pagina

“SARÀ LA COSCIENZA DI OGNUNO DI NOI A FARE LA DIFFERENZA”; IL SINDACO DI PUMPO AI CITTADINI DI TORREMAGGIORE

“Anche questa data la ricorderemo come le altre perché non potremo festeggiarla come è nostra abitudine e tradizione, insieme a parenti ed amici”, ha esordito il Sindaco di Torremaggiore, il dr. Emilio DI PUMPO nella sua diretta Facebook del primo maggio, con un augurio affettuoso verso i propri Concittadini.

Ha ripercorso la storia della Festa dei Lavoratori, designandola nella sua accezione più ampia, rammentando sia gli obiettivi economici e sociali raggiunti dai Lavoratori dopo lunghe battaglie, e quindi nel suo significato commemorativo, che in quello di una festività da poter dedicare ad un sano riposo.

“L’emergenza Covid ha modificato le nostre vite; per molti relativamente, per altri radicalmente. Essa ha favorito, purtroppo, una crisi deleteria per tantissimi Lavoratori, Attività ed Aziende”, ha dichiarato inoltre con tono sostenuto e rammaricato, richiamando le vicissitudini e le incertezze che stanno mettendo a durissima prova molti dei settori economici.

“Le misure adottate dal Governo sono complicate da comprendere per tanta gente. Mi sento di rivolgere un pensiero a tutti coloro che sono in difficoltà economica a causa di questa brutta crisi, ma soprattutto a chi addirittura ha perso il lavoro e non sa con quali certezze potrà tornare a lavorare e quando… Purtroppo questa emergenza ha sorpreso tutti; è una situazione nuova e difficile da decifrare sotto molti aspetti. La burocrazia ha spesso legato le mani anche a noi che ufficialmente rappresentiamo la Comunità”, ha puntualizzato ancora il Sindaco DI PUMPO, sottolineando quanto sia difficile il compito per le Istituzioni nel cercare le soluzioni più giuste ed appropriate.

“Ormai non è più il tempo delle polemiche e dobbiamo cercare di convivere con questo nemico invisibile”, ha altresì continuato il Primo Cittadino di Torremaggiore, proferendo una disamina sull’attuale stato di cose e su quello futuro.

“Abbiamo tutti un po’ torto ed un po’ ragione. Ognuno di Noi ha un proprio modo di vedere le cose”, ha acclarato, esternando un’opinione consapevole sulle discrepanze valutative di Ognuno, ma non per questo esecrabili e quindi, con un giudizio maturo sui comportamenti individuali di cui avere riguardo.

“Ora più che mai viene fatto appello alle nostre coscienze. Il virus fa ancora paura, ma dobbiamo continuare a rispettare le regole”, ha aggiunto, ricordando che i controlli servono a ben poco senza un impegno costante ed individuale.

“Sarà la Coscienza di Ognuno di Noi a fare la differenza. Dobbiamo distinguerci come Popolo che protegge se stesso, la propria Gente e la propria Terra”, il suo invito alla consapevolezza in questa seconda fase dove l’obbligo morale di proteggere i più deboli, gli anziani, i bambini e non solo, è uguale per ogni Comunità.

“Oggi, nella giornata dedicata al Lavoro, dobbiamo sapere che lo tuteleremo se ci comporteremo bene e con Coscienza. Le nostre Azioni possono segnare la storia. Non cadiamo in errore! Entro lunedì il cimitero Cittadino verrà riaperto. In merito ai contagi invece, se avessi avuto i numeri ufficiali li avrei comunicati, come ho fatto sempre”, ha concluso il Sindaco DI PUMPO, confermando che molti cittadini stanno bene e si sono negativizzati.

“Per uscire da questo tunnel dobbiamo continuare a prestare attenzione, rispettare le Regole e non abbassare la guardia. Auguri a Voi Tutti. Forza che ce la facciamo”, il suo auspicio benevolo e con quell’entusiasmo trascinante di cui, mai come in un momento come questo, se ne ha bisogno.

Elisabetta Ciavarella

Altri articoli

Back to top button