In evidenzaSport

Sciabola: la sanseverese Gaia Carella trionfa ai Campionati Nazionali Universitari “Cassino 2022”

video
Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia sono ripartiti i Campionati Nazionali Universitari Primaverili.

Svoltasi dal 14 al 22 maggio scorsi, nella città di Cassino, la competizione ha rappresentato il segnale definitivo di ripartenza del movimento sportivo universitario nazionale.

Fra gli oltre duemila studenti-atleti in gara anche la sanseverese Gaia Carella.

Nei nove giorni è stato assegnato il titolo di Campione Nazionale Universitario in dodici discipline: atletica leggera, calcio, calcio a cinque, judo, karate, pallacanestro, pallavolo maschile e femminile, rugby a sette, scherma, taekwondo e tennis, a cui si è aggiunto il criterium di lotta greco romana, stile libero e lotta femminile.

Per la scherma ha trionfato la diciannovenne sciabolatrice sanseverese Gaia Carella che ha battuto con un punteggio di 15 a 8 Margherita Colonna, del Centro Universitario Sportivo Torino .

Tre gli schermidori pugliesi impegnati a Cassino per i Campionati Italiani Universitari. Sul podio più alto oltre alla sciabolatrice Gaia Carella  anche il fiorettista Francesco Pio Iandolo, in gara coi colori del Cus Foggia, mentre lo sciabolatore foggiano, Arnaldo Piserchia conquista il terzo posto.

 “Ringrazio il maestro Mirko Buenza che in questa tappa ha rappresentato il ‘CUS Foggia’ e suo fratello Benedetto. Questa medaglia è il risultato di tante ore di allenamento, tutti i pomeriggi e per due volte a settimana anche di mattina, mi alleno nel ‘Circolo Schermistico Dauno a Foggia’ – queste le parole di gratitudine che la campionessa estende anche a mamma Antonella e papà Antonio, che la sostengono da sempre-

L’ interesse  di Gaia per la scherma nasce all’età di sette anni, durante la manifestazione ” La notte bianca dello sport”: dinanzi ad una dimostrazione, decide che questo sarebbe stato il suo sport.

I primi tiri di sciabola proprio nella sua città, nella “Scuola Club San Severo“. Allenata dal maestro Lello Riontino, già dopo pochi mesi Gaia porta a casa la prima medaglia, classificandosi seconda ai campionati di scherma interregionali 2010.

Gaia Carella durante l’intervista evidenzia quanto si senta orgogliosa per aver contribuito a dare visibilità alla città di Foggia, la cui Università è stata fra le prime ad unire studio e  sport attraverso il programma “doppia carriera” favorendo la pratica sportiva dei giovani universitari.

Il suo grazie al presidente Centro Universitario Sportivo Foggia, Claudio Amorese, al magnifico Rettore Pierpaolo Limon e al delegato attività sportive dell’ UniFg, Donatella Curtotti.

I suoi progetti per il futuro? Continuare a tirare di sciabola e portare a termine gli studi:

sono iscritta al primo anno della facoltà di Scienze e Tecnologie Biomplecolari, vorrei diventare medico“.

Altri articoli

Back to top button