ComunicatiPrima pagina

SCUOLA “PALMIERI-S. GIOVANNI BOSCO”: SI RIPARTE!

E’ stata una sfida! In questo contesto storico, caratterizzato da fluide incertezze e continui rimescolamenti, inficiati a volte anche dall’assordante tam-tam dei media, il nostro Istituto “PALMIERI-SAN GIOVANNI BOSCO” ha deciso di rispettare la data canonica dell’apertura del 14 settembre. A riguardare in prospettiva il grande lavoro svolto nei mesi estivi, possiamo affermare con soddisfazione, e senza tema di essere tacciati di supponenza, che la sfida è stata sostanzialmente superata. E per arrivare in cima (non c’è sosta se non sulla cima!), il nostro Istituto ha dovuto rivedere e rimodulare le sue sinergie, facendo combaciare e convergere esigenze e scadenze: tutto all’insegna dell’assoluta sicurezza! Il Dirigente Scolastico dr.ssa VALENTINA CILIBERTI e la Commissione per la sicurezza dal mese di luglio hanno lavorato affinché quello che poteva sembrare un sogno, l’apertura, si potesse concretizzare. Una grande sfida che ha tenuto al centro costantemente il piano per la sicurezza. Il lavoro è stato multistratico: andava ripensata la “geografia delle aule”, smistando quelle che prima erano più numerose in spazi ancora più idonei, tutelando la distanza tra gli allievi e la salubrità dell’aria. Sono stati ripensati l’ingresso e l’uscita (via Alfieri, via Apricena, viale Due Giugno) per la scuola secondaria e altrettanto è stato fatto per la scuola primaria (via Alfieri con tre porte in ingresso e altrettante in uscita) e la scuola dell’infanzia (via Marconi con ben quattro porte per l’ingresso e l’uscita).All’interno dei singoli Istituti i corridoi sono stati muniti di dispenser per igienizzare le mani, come pure dispenser sono stati collocati nei bagni e nelle singole aule, dove ogni giorno i collaboratori scolastici (da quest’anno dovranno indossare un camice) distribuiscono agli allievi nuove mascherine. Pur avendo fatto tanto, sappiamo bene che il lavoro di messa in sicurezza non è ancora terminato. Come nel resto d’Italia, siamo in attesa dei banchi monoposto, al fine di accrescere la sicurezza e dare una ulteriore tranquillità agli alunni e alle loro famiglie. Naturalmente in tutto questo necessario restyling si è tenuto conto anche del rapporto che gli uffici della segreteria, aperti tre giorni alla settimana, intrattengono con i genitori e il territorio: l’intera segreteria è stata rimodulata sull’esigenza dei nuovi parametri del face-to-face, con l’intento di garantire la sicurezza e la tranquillità degli orari di ricevimento e il tempo di permanenza per il disbrigo delle pratiche. In questo delicato e frenetico momento storico ci siamo resi conto quanto fosse necessario superare la durezza dei passati mesi del lockdown, profondendo idee, energie e saperi con l’obiettivo, per dirla con le sagge parole del nostro Presidente della Repubblica SERGIO MATTARELLA, che la libertà è anche sulla strada verso la scuola”. Noi siamo ripartiti, consapevoli che ci attendono nuove e stimolanti sfide.

Altri articoli

Back to top button