ComunicatiPrima pagina

“SO BELL ASSA’!” A TORREMAGGIORE L’8 MARZO INSIEME AI GIOVANI ANffAS

di Elisabetta Ciavarella e Rosaria d’Errico.

video
“SO BELL ASSA’!” si è rivelato un appuntamento pieno di entusiasmo e di partecipazione.

La Gazzetta di San Severo vi è stata presente per testimoniare la ricchezza della sensibilità profusa da tale iniziativa.
Il lieto momento conviviale, moderato da Rosaria D’Errico e filmato da Elisabetta Ciavarella, si è tenuto martedì 8 marzo, nella sede ANFFAS di Torremaggiore, in via Togliatti, con inizio alle ore 18,30.

Un “aperitivo in serra” impreziosito da un arricchimento spirituale, conoscitivo ed emotivo per tutti coloro che hanno potuto prendervi parte ed entusiasmarsi, in particolar modo, assistendo alla preparazione di alcune specialità, la cui degustazione è stata curata dai “GIOVANI ANffASS”.

Numerosi i presenti tra cui associazioni ed autorità istituzionali, come la senatrice Gisella NATURALE che ha trattato la tematica del “Bene comune; Massima MANZELLI, Presidente dell’Associazione “La Peranzana” che ha illustrato il tema della valorizzazione; Marianna TESTA, giovane laureanda dell’associazione che ha parlato dell’autodeterminazione; Patrizia COPPOLA ha interloquito invece sulla tematica della fragilità e Simona INNELLI infine, su quella della creatività.

L’iniziativa è partita dall’associazione l’ANffAS Onlus,
formata da famiglie i cui figli hanno disabilità, ma hanno trovato la forza di creare una realtà per includerli nella società: coltivano in una loro serra prodotti a km 0 che poi vendono.
Con gli stessi hanno preparato un aperitivo da offrire alle donne che, nella giornata dell’8 marzo, hanno dunque potuto testimoniare la loro forza.
“In occasione della giornata internazionale della donna noi Giovani Anffas abbiamo voluto organizzare un aperitivo in serra, per celebrare le conquiste sociali, economiche, culturali e politiche delle donne e lanciare un invito all’azione per accelerare la parità di genere a tutti i livelli. Vogliamo promuovere, attraverso la testimonianza di donne in azione, l’autodeterminazione, la consapevolezza, il coraggio, la sensibilità, la forza, la creatività, la fragilità e la tenacia”- hanno dichiarato i giovani Anffas, consapevoli che il lavoro di cambiamento è ancora lungo perché le donne vengono quotidianamente discriminate e le donne con disabilità subiscono una doppia discriminazione, in quanto donne e in quanto persone con disabilità.

“Affinché questo cambiamento avvenga, noi nel nostro piccolo abbiamo voluto valorizzare la quotidianità ed il lavoro delle nostre Wonder Women che so bell assa’!”- hanno esclamato con emozione e spirito gioioso nei confronti di una vita da affrontare sicuramente con ironia, pazienza e accettazione, questo l’attenzione giusto per alleviare ogni piccola o grande sofferenza.

L’ Anffas Torremaggiore fa parte della grande famiglia Anffas Nazionale, l’associazione che fin dalla sua costituzione, 64 anni fa, è al fianco delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo e delle loro famiglie.
Da 18 anni, quella locale lavora sul territorio per promuovere, con impegno costante, le buone prassi di inclusione e sensibilizzazione dei temi della disabilità sanciti dalla Convenzione Onu sui diritti delle Persone con disabilità.
L’associazione è composta da 36 soci, tra genitori e soci amici.
10 sono i ragazzi con disabilità che la frequentano quotidianamente recandosi in sede.
In questi anni si sono susseguiti tanti progetti che hanno affiancato la crescita dei ragazzi dell’associazione.
Fra i più importanti, il progetto “Io cittadino” utile per far comprendere, alle persone con disabilità, come poter diventare auto-rappresentanti e far valere i propri diritti.
Dai laboratori di cucina, alla produzione in serra di ortaggi fra le attività dei ragazzi, sempre nell’ottica dell’inclusione lavorativa delle persone disabili.
Video-interviste di Rosaria d’Errico ed Elisabetta Ciavarella. 📹 🎤

Altri articoli

Back to top button