Festa del SoccorsoIn evidenzaPrima pagina

Sperperare quasi 30mila euro per peggiorare la nostra Festa Patronale

Ovviamente per tutti noi sanseveresi la Madonna del Soccorso è il nostro primo ed insostituibile motivo di gioia e come ogni anno sarà impossibile non emozionarsi…ma oltre a ciò la festa del Soccorso è unica anche per tutte le sue caratteristiche: fuochi, fujenti, bancarelle, giostre, turisti da ogni angolo della terra, spettacoli, passeggini,panino col torcinello e qualunque altra cosa.
Al di là del tempo credo che non sia possibile cambiare e rovinare una tradizione giusto per piacere di qualcuno…credo che non sia possibile sperperare quasi 30.000 euro per delle “casette” che dovevano valorizzare prodotti locali ed invece in gran parte vuote e quasi tutte di fuori paese, per un concerto in piazza Carmine con costi assurdi e per una pubblicità data ad aziende di fuori con costi allucinanti.
A mio parere questi 30.000 potevano essere spesi per migliorare la nostra festa e non per peggiorarla…potevano essere spesi per migliorare le condizioni igienico-sanitarie di quella parte di venditori che caratterizzavano la nostra festa, per aggiustare una parte di strade della nostra città, per ripulire aree verdi e aiuole, per aiutare chi ha realmente bisogno…come sempre prevale la presunzione, il favoritismo, l’arroganza…credo che qualcuno dovrebbe farsi un gran esame di coscienza e vergognarsi per aver rovinato anche quel poco che di buono e sano è rimasto nella nostra città.

Francesco Mirando

Altri articoli

Back to top button