ComunicatiPrima pagina

Splendido e Landella chiedano alla Lega di scusarsi con il “foggiano”

Nella giornata di ieri, mercoledì 3 Febbraio, sulla pagina facebook ufficiale della Lega Salvini Premier, è apparso un post in cui Matteo Salvini augurava all’ex Premier, Giuseppe Conte, un buon rientro nel “foggiano”. Ho trovato il testo altamente offensivo nei confronti della nostra Terra: l’autore, infatti, non voleva di certo augurare a Conte semplicemente un “buon rientro a casa” giacché, come è noto, egli non è residente nei paesi della nostra Provincia visto che, già prima di diventare Presidente del Consiglio dei Ministri, ricopriva il ruolo di docente universitario a Firenze e a Roma. Il senso del messaggio, quindi, senza particolari sforzi interpretativi e allegorismi, è chiaramente offensivo e denigratorio nei confronti della nostra Terra e dei suoi abitanti. Non ritengo, altresì, che il post sia stato male interpretato solo da me dal momento che, come è possibile ancora notare sulla pagina menzionata, sono presenti circa 9.000 commenti di persone che si sono sentite offese. L’ingiuria, quindi, è palese, evidente e non strumentalizzata dagli oppositori politici. Si noti, inoltre, nella foto che il treno che attende Conte per il rientro non è, volutamente, un Feccia Rossa o un convoglio di ultima generazione ma un vecchio modello che sta ad indicare, anche iconograficamente, il moto a luogo verso qualcosa di arretrato e negativo. Come giustamente ha sottolineato il Consigliere Gianfranco Di Sabato, l’immagine è stata studiata non per offendere Conte ma le sue origini. Non sono nuovi, d’altronde, i commenti ingiuriosi e dispregiativi di molti esponenti leghisti nei nostri confronti. Ricordiamo tutti le recenti ingiurie di Feltri contro i meridionali che sono “inferiori”, contro il governo di meridionali, oltre a quelle specifiche contro Conte: “ben vestito nonostante sia di Foggia”, come se i foggiani fossero vestiti, in genere, in modo logoro e sciatto! La libertà di stampa e di espressione non deve mai pregiudicare la dignità altrui. La libertà democratica di esprimere le proprie considerazioni nei confronti di un esponente politico non deve ledere la rispettabilità, l’onorabilità, il riguardo, il decoro altrui. I problemi della nostra provincia hanno radici storiche profonde di cui molti governi hanno gravi responsabilità. La nostra Terra, però, è fatta, soprattutto, di gente perbene, di gente onesta, di professionisti, di persone che hanno reso migliore la nostra Italia e il mondo intero.
L’offesa, quindi, neppure troppo velata dall’ironia, è un insulto a chi ogni giorno, con il proprio impegno e proprie capacità, si impegna, lotta e resiste. La nostra Terrà è storia, arte, cultura, tradizioni e non è inferiore a nessuna altra parte del Mondo. In qualità di Consigliere Comunale di San Severo, una Città del “foggiano”, chiedo al Consigliere Regionale Joseph Splendido e al sindaco di Foggia, Franco Landella, di pretendere che il partito del quale sono membri autorevoli, elimini dalla pagina facebook il post in questione e formuli pubbliche ed opportune scuse e chiarimenti a tutti noi, abitanti di questa amara e bella terra!

In fede
Lidya Colangelo
Consigliere Comunale – Città Civile

Altri articoli

Back to top button