Prima paginaSport

Sport: La decisione che potrebbe unire il territorio pugliese.

L’8 settembre u.s., la A.S.D. Gioventù Calcio San Severo veniva a conoscenza del comunicato ufficiale n. 27 emesso dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio, Lega nazionale dilettanti, distretto Puglia, con il quale, tra le altre cose, adottava un “provvedimento straordinario” in favore della società A.S.D. Città di Trani 2019 consentendole, previo nulla osta emesso dalla LND con nota del 7-9-2021, di partecipare al campionato di prima categoria per l’anno 2021/2022.

Tale provvedimento, come detto, veniva emanato”straordinariamente” consentendo alla società Tranese di essere collocata in “sovrannumero” tra le squadre già inserite nel calendario per la prima categoria.

L’inserimento della “premiata” società ha, inevitabilmente, portato il numero delle squadre partecipanti al campionato di calcio di Prima Categoria per l’anno 2021/2022 da 42 a 43 squadre.

La motivazione addotta per l’adozione del provvedimento straordinario posto in essere dal

Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Puglia – L.N.D è la seguente:

“….in considerazione del bacino di utenza, della storia calcistica e della cospicua tifoseria della piazza coinvolta, ha deliberato la collocazione In sovrannumero della stessa nell’organico del Campionato di Prima Categoria”.

Deve dirsi, inoltre, che nel comunicato n. 27 in esame, a pag. 6, rubrica: Campionato di Prima Categoria, si evidenziano le squadre ammesse alla categorie superiori e quelle non ammesse per esaurimento posti disponibili dal quale risulta come prima società non ammessa proprio la A.S.D. Gioventù Calcio San Severo.

Fatta questa breve ma significativa premessa, non può sottacersi che il prossimo campionato LND di Prima Categoria, essendo formato da un numero dispari di squadre partecipanti al torneo (43), inevitabilmente prevedrà per ogni squadra un turno di riposo per consentire alle stesse di giocare il medesimo numero di gare.

Orbene,venendo all’argomento che più ci preme, l’A.S.D. Gioventù Calcio San Severo, nell’anno calcistico 2019/2020 (campionato di riferimento per il ripescaggio 2021/2022) ha militato in seconda categoria piazzandosi al nono posto della classifica generale, mentre, l’A.S.D. Città di Trani 2019 nello stesso anno calcistico militava in terza categoria ed è risultata beneficiaria del ripescaggio in seconda categoria già nella stagione 2020/2021, ed ironia della sorte la società Sanseverese è risultata la prima delle non ripescate.

Appare chiaro che la motivazione data dal Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Puglia – LND per l’ammissione in sovrannumero della A.S.D. Città di Trani 2019 è perfettamente calzante anche per la città di San Severo.

Infatti, sia la città di San Severo che quella di Trani hanno:

  • circa lo stesso numero di abitanti,
  • il numero di tifosi delle due squadre è addirittura superiore per la squadra di San Severo;
  • la storia calcistica delle due città è pressoché identica in quanto entrambe hanno anche una squadra nella categoria di “eccellenza”.

Ora, considerata la difficoltà di giocare un campionato di prima categoria a 43 squadre, tenuto conto non solo dei requisiti indicati nella motivazione addotta dal Consiglio direttivo del Comitato Regionale Puglia – LND che ha consentito la collocazione della A.S.D. Città di Trani 2019  nell’organico del campionato di Prima Categoria per l’anno 2021/2022 nonché per i meriti sportivi raggiunti dalla A.S.D Gioventù Calcio San Severo per l’anno 2020/2021 nel campionato di Seconda Categoria, quest’ultima società dichiara di essere a disposizione e pronta alla partecipazione al Campionato di Prima Categoria anche al fine di bilanciare il torneo.

La A.S.D. Gioventù Calcio San Severo ma anche e soprattutto l’intera città di San Severo, auspica un provvedimento di urgenza e straordinario anche per il suddetto motivo e che consentirebbe allo stesso Campionato di Prima Categoria pugliese di essere tale e non solo circoscritto al territorio barese e/o salentino.

E’ un fatto amaro che la capitanata è spesso emarginata sia per le scelte politiche che per quelle economiche, ecco, almeno in ambito sportivo cerchiamo di dare merito anche ai cittadini della parte nord della nostra splendida regione.

Così facendo assisteremmo, per l’anno prossimo 2021/2022 ad un campionato regionale e non solo parzialmente regionale.

E’ chiaro che non c’è nessuna norma nel regolamento nazionale che prevede un numero minimo di squadre per una determinata zona regionale ma è anche vero che questa richiesta avanzata dalla A.S.D. Gioventù Calcio San Severo è figlia di un provvedimento straordinario favorevole posto in essere in favore di una società (A.S.D. Città di Trani 2019) che, per meriti sportivi, avrebbe dovuto militare, anche quest’anno, nella categoria inferiore.

Il provvedimento straordinario adottato non si basa a nostro parere su fonti legislative concrete e legittime allor quanto il campionato antecedente al suddetto provvedimento risulta annullato proprio dalla stessa federazione.

Con l’annullamento del Campionato 2020/2021 risulterebbero azzerate tutte le classifiche.

La A.S.D. Gioventù Calcio San Severo e tutta la popolazione auspicano un provvedimento di inserimento in sovrannumero dichiarandosi disponibili e pronti per partecipare al prossimo Campionato di Prima Categoria per l’anno 2021/2022.

Avv. Dionigi Neri

Delegato A.S.D. G.C. San Severo

Altri articoli

Back to top button