ComunicatiPrima pagina

Stabilizzazione salvavita ad una bimba di quindici mesi effettuata con successo dal team medico ed infermieristico del Punto di Primo Intervento di Torremaggiore

Stabilizzazione salvavita ad una bimba di quindici mesi effettuata con successo dal team medico ed infermieristico del Punto di Primo Intervento di Torremaggiore al PTA Prof N. Bellantuono (ex San Giacomo)
 
Nella tarda mattinata dell’11 settembre 2021 poco prima delle 12.30 è arrivata presso il Punto di Primo Intervento Territoriale (PPFFMM – Postazione Fissa Medicalizzata) del PTA Prof Bellantuono (ex San Giacomo) priva di coscienza e con difficoltà respiratoria una bimba di quindici mesi accompagnata dai genitori. E’ stata tempestivamente rianimata dal personale medico ed infermieristico nella Sala Rossa del PPIT/PPFFMM con il conseguente ripristino delle attività vitali. La bimba successivamente è stata trasferita dall’Ambulanza aziendale dell’ASL FG in dotazione al PPIT/PPFFMM di Torremaggiore al Reparto di Pediatria del Presidio Ospedaliero “Teresa Masselli Mascia” di San Severo per l’ osservazione clinica. La catena del soccorso ha funzionato brillantemente, il Comitato Salute Alto Tavoliere della Puglia plaude all’intero personale del PPIT/PPFFMM di Torremaggiore di turno l’11 settembre per l’efficacia, la velocità di risposta e per l’efficienza nell’attuazione dei protocolli previsti che ha portato al salvataggio di un’altra vita umana di soli quindici mesi. Il Presidente civico del Comitato Michele Antonucci commenta : “L’importanza della postazione medicalizzata fissa all’interno dei locali dello storico nosocomio San Giacomo che fu è strategica, funzionale e vitale per tutelare la salvaguardia della salute di un bacino di utenza di ben trentacinquemila persone residenti nell’Alto Tavoliere pugliese. Risponde da sempre con approccio risolutivo alle esigenze sanitarie dell’elevato bacino di utenza h24 nell’ambito dell’Emergenza/Urgenza. Ancora una volta con i fatti smentiamo categoricamente chi dalla Regione Puglia dal 2018 sostiene pubblicamente l’inutilità della presenza del P.P.I.T. a Torremaggiore a causa della presenza a soli dieci km dell’Ospedale di San Severo con annesso Pronto Soccorso. Nell’emergenza urgenza i minuti sono preziosi e la vicinanza ad un Presidio Medicalizzato salva le vite, il resto è solo retorica di pessimo gusto, anche perchè la struttura di Torremaggiore ha sempre superato le seimila prestazioni annue previste dal Decreto Balduzzi ( DM 70/2015). Con questo ennesimo lavoro di squadra della costola torremaggiorese del Dipartimento Emergenza/Urgenza dell’ASL FG oggi brindiamo al salvataggio di questa vita. Il Comitato invita nuovamente la Regione Puglia ad ascoltare i territori, poiché se in quella giornata non c’era il PPIT/PPFFMM con personale medico ed infermieristico specializzato e dedicato oggi avremmo avuto una vita umana in meno! Senza il PPIT/PPFFMM di Torremaggiore la bimba con sicura probabilità arrivava priva di vita al Pronto Soccorso di San Severo ed in caso di chiamata alla centrale operativa del 118 i tempi di risposta potevano essere letali in caso di non presenza fisica in quel momento dell’ ambulanza medicalizzata del 118 MIKE verso il luogo di chiamata. Grazie ancora una volta alle donne ed agli uomini dell’Emergenza/Urgenza di Torremaggiore che ogni giorno con impegno e dedizione si occupano della salvaguardia delle nostre vite. Anche nei periodi più difficili nel 2020 della pandemia hanno effettuato senza alcuna limitazione il proprio servizio per l’intera collettività, siete il nostro orgoglio e siamo sempre al vostro fianco. Ricordiamo altresì che prima dell’emergenza pandemica di Covid-19 la postazione medicalizzata di Torremaggiore è risultata la prima in termini prestazionali in tutta la Capitanata rispetto alle postazioni di Vieste, Vico del Gargano, Monte S.Angelo e San Marco in Lamis. Un primato che è bene ricordare ai nostri amministratori regionali che troppe volte sparano dichiarazioni contro l’Alto Tavoliere senza conoscere minimamente la realtà! “

————————

COMITATO PERMANENTE
PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE DEI CITTADINI
DELL’ALTO TAVOLIERE DELLA PUGLIA 

Altri articoli

Back to top button