ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

STANNO ASSASSINANDO LE NOSTRE BELLE CAMPAGNE

di DESIO CRISTALLI

“Boom di furti” nelle campagne pugliesi con danni accertati per oltre 300 MILIONI DI EURO in un solo anno! COLDIRETTI PUGLIA ha lanciato l’allarme direttamente al Ministro dell’Interno MATTEO SALVINI nella sua recente visita a Foggia. I Comuni maggiormente interessati da questo problema, diffuso su tutto il territorio di Capitanata, sono Cerignola, Lucera, Orta Nova, Torremaggiore, San Marco in Lamis, S. Giovanni Rotondo, Poggio Imperiale ma anche, in modo estremamente preoccupante, la nostra SAN SEVERO. La tipologia di furti è di varia natura. Si passa dalla sottrazione del raccolto dalle piante in campo, alle aggressioni per il furto dei mezzi agricoli e/o delle attrezzature e/o del bestiame, dei raccolti già messi su cassoni o addirittura alla sottrazione dei cavi di rame e di ferro. Molto diffusa è la razzia dei mezzi agricoli con richiesta di riscatto. Risulta che le denunce presentate sono nettamente inferiori (di almenoil 20%) agli eventi criminosi perpetrati, nonostante le costanti sollecitazioni a denunciare i fatti che COLDIRETTI PUGLIA, PREFETTURA e FORZE DELL’ORDINE indirizzano da sempre all’intero mondo dell’agricoltura della nostra terra. Spinti dalle continue segnalazioni che ci pervengono in Redazione da quanti subiscono furti d’ogni genere nelle nostre campagne, lanciamo un APPELLO al Prefetto e al Questore di Foggia, ai Comandanti provinciali e cittadini dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, al Dirigente del nostro Commissariato di Polizia e al Comandante del Corpo della Polizia Locale perché vengano intensificati i controlli nelle campagne circostanti alla nostra Città, al fine di distruggere o almeno rendere meno arrogante ed invadente il triste fenomeno in danno di quanti ancora credono nella possibilità di riportare il mondo agricolo di casa nostra a livelli d’eccellenza. Si colpisca duro allorchè si riescono a scovare i colpevoli di questi continui furti e razzie, producendo alla Magistratura territoriale prove inconfutabili perché possano essere irrogate pene severissime ai predoni delle campagne di Capitanata. In pratica, chiediamo a chi di dovere quel che la gente chiede a noi di denunciare in maniera decisa, onorando fino in fondo il nostro dovere giornalistico. Chiediamo anche, ovviamente, che l’Amministrazione Comunale non demorda su questo fronte ed affianchi in ogni modo l’azione benefica di difesa del nostro patrimonio umano e materiale sparso in tutte le campagne del territorio circonvicino.

Altri articoli

Back to top button