ComunicatiPrima pagina

SUCCESSO PER “LA PARTITA CON PAPÀ”ALLA CASA CIRCONDARIALE DI SAN SEVERO

Prima tappa in Capitanata per “LA PARTITA CON PAPÀ”, iniziativa nazionale lanciata da Bambinisenzasbarreonlus, in collaborazione con il Ministero di Giustizia–Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria. Lo scorso 6 dicembre, il Carcere di San Severo, grazie al Direttore PATRIZIA ANDRIANELLO, all’Area Trattamentale, coordinata da ROSA CAGGIANO e alla Polizia Penitenziaria diretta dal Commissario GIACOMO PRUDENTINO, ha accolto le famiglie e i figli minorenni dei detenuti, che hanno così avuto la possibilità di giocare con i propri padri: un momento di normalità che, in carcere, diventa eccezionale. L’iniziativa, organizzata con la collaborazione del cappellano don ANDREA PUPILLA, dell’ACSI e del CPIA1 di Foggia – diretto da ANTONIA CAVALLONE – ha visto la partecipazione di numerosi docenti e volontari. “Nonostante la pioggia – sottolineano gli organizzatori – è stato bello osservare il legame tra i bambini e i loro padri ristretti. Alcuni di loro, alla domanda sul regalo più bello per Natale, hanno risposto che desidererebbero solo riavere il papà a casa. La partita si è conclusa con un risultato di parità, il più giusto”. Al termine della partita, gli alunni dell’IPSSAR “M. Lecce” di San Giovanni Rotondo – diretto da LUIGI TALIENTI – coordinati dal docente ANTONIO CANNATA, hanno curato un banchetto, confezionando deliziose crostate e plumcake caldi per le famiglie riunite per l’occasione. “È stata una proiezione del Natale – raccontano i presenti – con l’impegno da parte di LUIGI TALIENTI di organizzare anche a San Severo un torneo ‘Sportivamente’, come già fatto con successo nelle altre Case Circondariali di Capitanata”.L’iniziativa, a livello nazionale, è nata per sensibilizzare le istituzioni, i media e l’opinione pubblica sulla situazione dei 100mila bambini in Italia (2,1 milioni in Europa) che hanno il papà o la mamma in carcere e sono emarginati per questo. “La partita con papà’ – sottolinea il Presidente del CSV Foggia, PASQUALE MARCHESE – è l’occasione di un momento importante d’incontro, che rimane a lungo nella memoria di bambini e famiglie. È una campagna per superare i pregiudizi di cui possono diventare vittime questi bambini, attraverso momenti che rimarranno impressi nella memoria. Un’occasione importante – anche grazie al contributo dei volontari – per vivere una giornata in famiglia, dimenticandosi per qualche ora delle sbarre e della distanza”.

fonte: FOGGIATODAY

 

Altri articoli

Back to top button