ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

SUL CIMITERO…TUTTO TACE!

di DESIO CRISTALLI

Di recente abbiamo pubblicato ‘pepate’ dichiarazioni sul Cimitero dell’ex Consigliere regionale ed attuale Consigliere comunale DINO MARINO. E’ seguito un intervento etico-storico sulla materia dei vertici comunali ma che non hanno fornito risposte alle domande poste negli ultimi anni dalla stampa, dall’opposizione consiliare e dall’opinione pubblica. Tutto ciò mentre poco più di un anno fa LINO ALBANESE (Assessore della Giunta MIGLIO con una quindicina di deleghe tra cui il CIMITERO) ha abbandonato l’Amministrazione Comunale e – solo temporaneamente? – si è ritirato a vita privata. Ma qualche settimana fa ALBANESE ha inteso esternare una dichiarazione molto interessante sul nostro Cimitero. Tra le altre cose ha detto: “Oggi l’Amministrazione Comunale non ha più posto per sistemare i defunti e questo per i Cittadini vuol dire che diventa piùcostoso morire. Per i loculi ci sono domande ferme, forse, dal 2008-2009. Ad oggi si possono contare oltre 3.500 richieste. Ma il problema reale per il Comune oggi è il nuovo cimitero e la società che lo gestisce. Ricordo che abbiamo ereditato un aggio veramente ridicolo. Si sappia, infatti, che il Comune incassa poco più del 3% per ogni loculo venduto nel nuovo cimitero. Si consideri che ognuno di questi ha un costo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2000-2500 EURO, non ricordo con precisione. Sul 3% incassato il Comune mette i terreni, muove i flussi finanziari e impiega personale. E’ chiaro che in questo modo e con questi carichi la situazione è diventata ingestibile. Anche perché, in seguito, questa situazione di stallo ha fatto sì che tutte le Confraternite abbiano ritenuto come ACQUISITO IL DIRITTO DI ESCLUSIVA D’USO, PORTANDO I PREZZI ALLE STELLE IN MANCANZA DI ALTERNATIVE. Eppure eravamo riusciti a trovare la soluzione per fornire dei loculi a un giusto prezzo accessibile a tutti”.Ma nonostante gli interventi decisi e chiarificatori di MARINO e ALBANESE su situazioni alquanto incancrenite, al Cimitero TUTTO TACE e sembrano ‘sepolti’ anche i tanti problemi accumulati nel tempo. E’ il caso di dire che sono rimasti…lettera morta! C’è una qualche Autorità in loco (compresa la COMMISSIONE CONSILIARE D’INCHIESTA insediata tanti mesi fa!) che possa far sapere all’opinione pubblica cosa si intende fare per risolvere i tanti problemi? Si può dare una speranza alle famiglie indigenti di seppellire i propri cari senza svenarsi economicamente? Riuscirà il Comune a trovare la soluzione per prezzi dei loculi più accessibili di cui parla l’ex Assessore ALBANESE? Visto l’assordante silenzio istituzionale su tale materia, viene spontaneo prevedere che… interrogato il morto…!

Altri articoli

Back to top button