ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

San Severo: SUL FRONTE DROGA PICCHIANO DURO LE FORZE DELL’ORDINE

di DESIO CRISTALLI

Ad un occhio attento – e quello di una redazione giornalistica lo è trattando ogni giorno materiale di cronaca nera – non sfugge che da parecchie settimane la situazione dell’ordine pubblico è migliorata (salvo qualche rapina speriamo residua…) per un’azione costante di prevenzione e repressione relativamente ai reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ma anche di detenzione abusiva di armi e municipio zioni. Quartieri e soggetti ‘a rischio’ in materia vengono monitorati e scandagliati attentamente da un lavoro di intelligence del quale si sentiva da molti anni la necessità. E’ proprio quello il lavoro delle Forze dell’Ordine che paga di più e che permette di assicurare alla Giustizia tanti incalliti spacciatori e tanti recidivi soggetti ben noti a Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza (e per versi diversi anche alla Polizia Locale). Ha dato anche una sterzata positiva l’avvento di un numero consistente e straordinario di servitori dello Stato in divisa, anche del Reparto Prevenzione Crimine affidato in loco alla guida qualificata (ufficialmente dallo scorso 18 gennaio) del Vice Questore aggiunto dr.ssa DANIELA DI FONZO. Tutto ciò, beninteso, in aggiunta all’impegno consistente ed altrettanto efficace dei Corpi di stanza a San Severo in pianta stabile, cioè il Commissariato di Pubblica Sicurezza diretto dal Vice Questore aggiunto dr. CLAUDIO SPADARO, la Compagnia Carabinieri diretta dal cap. STEVEN NOCCIOLETTI e la Compagnia Guardia di Finanza guidata da cap. ARCANGELO MARCHESANI. E una valida mano in tante circostanze è venuta anche dal Corpo di Polizia Municipale guidato dal magg. CIRO SACCO. E’ insomma un ottimo lavoro di squadra che sta garantendo risultati consistenti e palpabili nella lotta ai reati più gravi che vengono alimentati da quella ‘malapianta stanziale’ alla quale si sta tentando in ogni modo di mettere la museruola perché non metta più a repentaglio l’incolumità personale e patrimoniale della tantissima GENTE PERBENE che vive in queste – storicamente ‘irrequiete’… – contrade. Non ci aspettiamo ovviamente che non si delinqua più e che omicidi, rapine, estorsioni ed altre iniquità sociali spariscano per sempre. Siamo però fiduciosi che un deciso lavoro di bonifica locale prosegua nel tempo e riduca ai minimi termini l’influsso malefico di chi attenta quotidianamente alla civile convivenza della nostra Città e, in senso più lato, dell’intero nostro comprensorio geografico affidato alle cure delle Forze dell’Ordine che lavorano tra noi e per noi e alle quali non smetteremo mai di essere grati per quanto fanno. E potrebbero fare ancora di più se tutte le nostre popolazioni collaborassero con il piglio giusto ed un maggiore senso di responsabilità collettiva. Hai visto mai!

Altri articoli

Back to top button