ComunicatiPrima pagina

Istat: censimento 2018 e 2019, calo popolazione al Sud

Istat: censimento 2018 e 2019, calo popolazione al Sud

(Regioni.it 3970 – 15/12/2020) L’Istat ha rilasciato i primi dati relativi al 2018 e 2019 del Censimento della popolazione e delle abitazioni. Diminuiscono ancora i residenti nel 2019. In Italia la popolazione censita è di 59.641.488 residenti, circa 175mila persone in meno rispetto al 31 dicembre 2018 (-0,3%). Più del 50% dei residenti è concentrato in cinque regioni, una per ogni ripartizione geografica: Lombardia (16,8%), Veneto (8,2%), Lazio (9,7%), Campania (9,6%) e Sicilia (8,2%).
L’eta media degli italiani si è innalzata però di due anni rispetto al 2011 (da 43 a 45) ed è cresciuto l’indice di vecchiaia, ovvero il rapporto tra gli over 65 anni e gli under 15, fino al 180%.
Il 50,1% delle persone ha al massimo la licenza media mentre i laureati rappresentano il 13,9% della popolazione. Sono in aumento gli stranieri, che ora sono più di 5 milioni.
Il calo più significativo è quello dei residenti nel Meridione e nelle Isole: nell’anno la popolazione è diminuita di 127.487 unità rispetto al 2018 a fronte di un calo complessivo di 175.185 persone in tutta Italia. Rispetto al 2011 a fronte di un aumento complessivo della popolazione italiana di 207.744 unità, nel Sud e nelle Isole si è assistito a una riduzione di 425.517 residenti.
Rispetto al 2011 i residenti diminuiscono nell’Italia Meridionale e nelle Isole (-1,9% e -2,3%), e aumentano nell’Italia Centrale (+2%) e in entrambe le ripartizioni del Nord (+1,6% nell’Italia Nord-orientale e +1,4% nell’Italia Nord-occidentale).
Sono 323.451 i residenti assunti dalla Lombardia, 252.814 dal Lazio e 121.984
dall’Emilia Romagna, la Puglia ha perso quasi 100.000 abitanti (99.261), la Sicilia 127.614 e la Campania 54.667. La Calabria ha perso 64.940 abitanti scendendo a quota 1.894.110.
I cittadini stranieri risultano in crescita in tutte le regioni della Penisola, a eccezione della Valle d’Aosta, mentre sono solo quattro le regioni in cui aumenta anche la popolazione italiana: Lombardia, Lazio, Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna.

Quote di occupati sopra la media nazionale (45,6%) si rilevano nelle regioni del Nord e del Centro. Le percentuali più elevate sono quelle del Trentino – Alto Adige (55,6%) e di Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia, con valori compresi tra il 51,7% e il 51,0%. Livelli più bassi si registrano principalmente nel Mezzogiorno, soprattutto in Campania (37,3%), Calabria (36,5%) e Sicilia (34,9%).

PROSPETTO 1. POPOLAZIONE CALCOLATA AL 1.1.2018 E POPOLAZIONE CENSITA AL 31.12.2018. Valori assoluti REGIONI Popolazione a inizio periodo Saldo totale Aggiustamento statistico

da registro

Aggiustamento statistico censuario Popolazione censita al 31.12.2018
Piemonte 4.375.865 – 19.459 3.114 -30.955 4.328.565
Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste 126.202 -536 432 -445 125.653
Liguria 1.556.981 -6.341 301 -17.961 1.532.980
Lombardia 10.036.258 24.316 27.074 -76.815 10.010.833
Trentino-Alto Adige/Südtirol 1.067.648 4.628 -518 2.276 1.074.034
Veneto 4.903.722 2.132 8.097 -29.361 4.884.590
Friuli-Venezia Giulia 1.216.853 -1.633 317 -5.123 1.210.414
Emilia-Romagna 4.452.629 6.848 3.843 -3.867 4.459.453
Toscana 3.736.968 -7.327 2.870 -31.168 3.701.343
Umbria 884.640 -2.625 1.809 -10.080 873.744
Marche 1.531.753 -6.482 1.173 -6.123 1.520.321
Lazio 5.896.693 -17.611 5.941 -111.947 5.773.076
Abruzzo 1.315.196 -25.168 22.946 -12.329 1.300.645
Molise 308.493 -3.616 864 -1.951 303.790
Campania 5.826.860 -2.876 -8.438 -75.255 5.740.291
Puglia 4.048.242 -19.189 1.970 -55.495 3.975.528
Basilicata 567.118 -4.249 -488 -3.794 558.587
Calabria 1.956.687 -9.556 -3.128 -31.982 1.912.021
Sicilia 5.026.989 -27.098 3.928 -95.271 4.908.548
Sardegna 1.648.176 -8.585 1.707 -19.041 1.622.257
Italia 60.483.973 -124.427 73.814 -616.687 59.816.673
Italia Nord-Occidentale 16.095.306 -2.020 30.921 -126.176 15.998.031
Italia Nord-Orientale 11.640.852 11.975 11.739 -36.075 11.628.491
Italia Centrale 12.050.054 -34.045 11.793 -159.318 11.868.484
Italia Meridionale 14.022.596 -64.654 13.726 -180.806 13.790.862
Italia insulare 6.675.165 -35.683 5.635 -114.312 6.530.805

 


Il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni – 15.12.2020

Altri articoli

Back to top button