Comunicati

Tavola rotonda “Un nuovo modello di banca per la tutela del risparmio e del lavoro”

In tanti hanno affollato l’auditorium Santa Chiara per la tavola rotonda “Un nuovo modello di banca per la
tutela del risparmio e del lavoro” promossa da CISL e FIRST CISL. Moderatore d’eccezione è stato il
vicedirettore esecutivo di Radio 24, Sebastiano Barisoni, che senza timori reverenziali ha pungolato il
segretario generale FIRST CISL Riccardo Colombani e il segretario confederale CISL Giulio Romani da un
lato, i direttori generali di Banca Popolare Pugliese Mauro Buscicchio e di Banca Popolare di Puglia e
Basilicata Alessandro Maria Piozzi dall’altro.
Il confronto, incentrato sulle politiche commerciali, l’organizzazione del lavoro, il manifesto AdessoBanca! e
le buone pratiche sinora intraprese dalle banche italiane, è stato introdotto dalla pièce teatrale messa in scena
da Fabio Conticelli e Dino La Cecilia che, con irriverente sarcasmo, ha raccontato la disavventura di un
direttore, vessato da indebite pressioni commerciali, e di un cliente alla ricerca di soluzioni per investire la
sua eredità.
Sei i punti al centro del manifesto AdessoBanca!: restituire le banche ai cittadini; liberare i lavoratori dalle
pressioni commerciali e fare educazione finanziaria; salvaguardare i risparmiatori; dare valore agli NPL e
combattere speculazioni e abusi; retribuire in modo responsabile i top manager; punire i responsabili dei
disastri bancari.
“Abbiamo offerto un’occasione di confronto su temi di stretta attualità tanto ai colleghi quanto alla
cittadinanza” ha commentato Lucia Schiraldi. “La partecipazione è andata oltre le nostre aspettative. Ciò
conferma che il tema è sentito e che cittadini e lavoratori hanno necessità di acquisire ulteriore
consapevolezza attraverso percorsi di educazione finanziaria e sindacale. Mi auguro che, al termine
dell’evento, le colleghe ed i colleghi abbiano compreso la valenza del proprio ruolo professionale e sociale”.
Al dibattito hanno partecipato anche il presidente di ADICONSUM Lombardia, Carlo Piarulli, e la docente
dell’Università di Foggia Elisabetta D’Apolito. Annunciati da Lucia Schiraldi, coordinatrice responsabile
della zona di Foggia di FIRST CISL Puglia, sono giunti anche i saluti di Carla Costantino, segretaria
generale CISL Foggia; Pasquale Berloco, segretario generale FIRST CISL Puglia; Ermanno Ruozzi,
responsabile della direzione territoriale Campania di BPER Banca.
Riccardo Colombani, segretario generale FIRST CISL: “La legge deve dire chiaramente che la violazione
degli obblighi di trasparenza e correttezza da parte delle banche può causare una crisi di fiducia dei
risparmiatori e di conseguenza un’instabilità per tutto il Paese: è la via che la politica deve seguire se vuole
superare gli attuali limiti della ripartizione delle competenze attribuite a Banca d’Italia e Consob
rafforzandone l’azione e garantendone nel contempo l’autonomia. Finché il Testo Unico della Finanza
impone a Banca d’Italia e Consob di operare ‘con il minor sacrificio degli interessi dei destinatari’ si frena
l’efficacia delle loro azione: è una contraddizione da eliminare, perché il vero interesse in gioco è quello dei
risparmiatori, dei lavoratori e dell’Italia intera”.
Foggia, 13 febbraio 2019

Altri articoli

Back to top button