EventiIn evidenza

“Torremaggiore Città della Musica”, nel nuovo rivoluzionario progetto di Sergio Petta e Franco Fabbri

La Musica è il motore dell’anima ed è in grado di riaccendere l’entusiasmo per la vita.

Nella città di Torremaggiore, da anni ormai, il tanto atteso appuntamento della rassegna musicale, che puntualmente si tiene all’interno della splendida cornice della Villa Comunale, continua a richiamare attenzione e plauso data sia l’avvenenza della location, che la grande professionalità dei promotori ed organizzatori.
Torremaggiore diventa così la “Città della Musica”, rivoluzionando quasi il classico appuntamento, giunto alla sua ventiseiesima edizione di GEZZINVILLA, la rassegna jazz creata da Sergio PETTA che quest’anno è coadiuvato da un professionista nel settore della progettazione culturale, Franco FABBRI e dal suo Centro Culturale Internazionale “The Slow Side”.
Dal 18 al 28 agosto dunque, nella città di Torremaggiore la musica sarà l’artefice di svago e passione non solo per gli amanti del genere e gli intenditori.
Tutti, con ingresso gratuito, potranno, nel corso di ben otto concerti, deliziarsi ascoltando brani interpretati da più di trenta musicisti impegnati.
Inoltre vi saranno sette workshop ed una giornata interamente dedicata alla festa della musica con la presenza di dj set, jam session, una installazione audiovisual e qualche band del territorio e, per finire, non mancherà qualche piccola sorpresa…
La rassegna musicale ed i concerti si terranno all’interno della Villa Comunale, mentre i workshop nelle sale del Civico Liceo Musicale “Luigi Rossi” di Torremaggiore.

“GEZZINVILLA 2022 quest’anno fa parte di ‘Arcipelago. Le isole della cultura’, un vero e proprio progetto di sviluppo e comunicazione territoriale basato sulla cultura e sull’arte”, informano i due Direttori Artistici, sviluppatori e promotori, Franco FABBRI e Sergio PETTA.

Numerosi e dalla fama internazionale saranno gli ospiti musicali che si esibiranno e delizieranno i presenti nel corso delle serate, tra cui Max Ionata, Nico Gori e Barbara Casini.

“Il nostro intento è quello di creare un Festival Internazionale composto di concerti, laboratori, workshop, incontri e produzioni affinché ci si possa aprire ad altre forme d’arte”, dichiara Sergio PETTA, sostenendo l’importanza del progetto “Arcipelago. Le isole della cultura” che ha permesso lo sviluppo di GEZZINVILLA.
“È solo attraverso una continua attività di comunicazione a livello nazionale ed internazionale, che la città di Torremaggiore può essere conosciuta ed apprezzata per la sua storia, le eccellenze artistiche, artigianali, enogastronomiche ed il suo territorio per tutto ciò che ha da offrire e che merita di venir considerato ben oltre i confini regionali”, ribadisce ancora Sergio PETTA.
“’Arcipelago. Le isole della cultura’ è un progetto di cooperazione, di sviluppo e comunicazione territoriale che, attraverso il coinvolgimento attivo e creativo di istituzioni pubbliche, professionisti del settore della progettazione culturale, enti territoriali, associazioni culturali, organizzazioni civili, operatori sociali e semplici cittadini, struttura un percorso che permette l’elaborazione di idee e progetti nuovi sul territorio di Torremaggiore, nonché sostiene i lavori già in essere le cui attività abbiano dimostrato di avere una reale ricaduta sul territorio stesso in termini sociali, economici e di comunicazione”, informa Franco FABBRI, riferendosi sia allo stesso GEZZINVILLA che ad altre realizzazioni, come MISSIONE AFRICA a titolo di esempio.

“L’idea nasce dalla creazione, sviluppo e obiettivi di The Slow Side, un centro culturale internazionale la cui attività principale è quella di elaborare idee in ambito culturale e sociale che si formino con il desiderio di promuovere e sviluppare progetti e lavori sui diversi territori che contengano, in sé ed a loro volta, un senso molto forte di partecipazione civile e di riconoscimento del concetto di appartenenza e/o comunità (anche all’interno della stessa comunità) nel e del proprio territorio”, continua a dichiarare FABBRI.
“L’incontro con Sergio Petta ed il suo GEZZINVILLA è stato fondamentale per lo sviluppo di ‘Arcipelago. Le isole della cultura’ e, come d’incanto, tutto si è allargato a nuove esperienze ed a nuove proposte progettuali, come PRESA DEL PALCO un concorso nazionale per giovani musicisti e dj o le masterclass di N.O.T.A MUSIC – National Opera Theater Academy, i progetti socioculturali di MUSICA IN GIOCO e ACCADEMIA DELLA FOLLIA – Claudio Misculin, le mostre e le esposizioni pensate e organizzate da Rosanna Mele e THE SLOW SIDE. In ambito sociale inoltre, c’è il lavoro di MISSIONE AFRICA e con loro ci piacerebbe sviluppare nuove azioni al fine di promuovere e sostenere l’attività generale dell’associazione attraverso la ricerca di finanziamenti, i contatti con istituzioni europee ed internazionali per la progettazione di ulteriori interventi che abbiano il fine di provvedere alla continua autosostenibilità progettuale, tecnica e finanziaria. Questi sono solo esempi di attività già in essere o pronti per diventarlo. La realtà in questo momento parla di TORREMAGGIORE che È LA CITTA’ DELLA MUSICA, quale primo progetto/tassello di ARCIPELAGO, con lo sviluppo di quattro azioni particolari, pensate e strutturate dal Civico Liceo Musicale “Luigi Rossi”, in collaborazione con THE SLOW SIDE”, spiega nei dettagli Franco FABBRI, ponendo l’accento su come “Arcipelago. Le isole della cultura” rappresenti non solo un contenitore di idee, progetti e lavori attraverso un orecchio attento sul territorio e per il territorio e le persone che lo abitano, ma anche formazione continua, consulenza alla progettazione ed alla stesura di idee ed assistenza verso tutti coloro che hanno idee e sono alla ricerca di finanziamenti attraverso una comunicazione diretta.

“Noi siamo convinti che Torremaggiore sia questa; è un territorio forte con un concetto di comunità altrettanto forte; è una città storicamente e culturalmente importante e noi desideriamo che Torremaggiore diventi ancor più conosciuta e riconosciuta, anche e soprattutto al di fuori dei propri confini”, concludono i due Direttori Artistici Sergio PETTA e Franco FABBRI.

GEZZINVILLA 2022 è patrocinato
dal Comune di Torremaggiore e dal Civico Liceo Musicale “Luigi Rossi” ed è curato da THESLOWSIDE e dall’Associazione Culturale ACM (Arte, Cultura, Musica) che si ringraziano vivamente.
Un plauso in particolare all’Amministrazione tutta ed al Sindaco di Torremaggiore, il dr. Emilio DI PUMPO, per la sensibilità e la premura dimostrate nei confronti di un progetto importante per riconoscere la valenza storica, economica e culturale della propria cittadina.
Si ringraziano infine gli sponsor per il loro prezioso contributo: CONAD di Torremaggiore; GREENCELLS Agrosolar; Celero Distribution; CARNI PIÙ.

Tutte le info su www.gezzinvilla.it; www.theslowside.com; info@theslowside.com.

Altri articoli

Back to top button