ComunicatiPrima pagina

TRICARICO: “IL CIMITERO E’ MORTO!”

E’ stata licenziata la costruzione di nuovi loculi nel nostro vecchio cimitero.
Un disastro che si aggiunge a quelli che hanno reso il nostro cimitero storico una sorta di agglomerato del kitsch funebre.
Un cimitero curato e monumentale, con tombe storiche di una bellezza incredibile e che somiglia sempre di più ad una scatola di Lego Duplo.
Tutto mentre è in atto un contenzioso con la società che avrebbe dovuto costruire loculi nel nuovo cimitero e che accusa le varie Amministrazioni di aver concesso ampliamenti nella parte vecchia.
Non entro nel merito di aspetti legali per incompetenza, alcuni dati sono comunque incontrovertibili: la concessione dell’allora Amministrazione Giuliani conteneva zone grigie, troppo lunga, non seguita correttamente. Le Amministrazioni che hanno autorizzato costruzioni nella parte vecchia hanno peggiorato la situazione.
Un casino inimmaginabile.
Il risultato pratico di 20 anni di politica locale è il seguente:
1) Non ci sono loculi ;
2) Quelli costruiti hanno reso il vecchio cimitero una sorta di baraccopoli kitsch;
3) Nel nuovo cimitero i lavori sono stati più volte interrotti;
4) I costi per i cittadini sono aumentati senza alcun vantaggio;
5) Potremmo perdere la causa con la vecchia società e quindi dover pagare anche i danni.
Questo succede quando anche un luogo sacro e immacolato come un cimitero diviene meta di conquista di interessi privati, a cui la politica non ha mai posto un freno e che anzi, in certi casi, ha perfino prestato il fianco.
P.S.: sto valutando un esposto al Ministero dei Beni Culturali.
NAZARIO TRICARICO

Altri articoli

Back to top button