ComunicatiPrima pagina

TRICARICO: “VIA FORTORE, UNA MORTE CHE POTEVA ESSERE EVITATA”

Non ha molto senso parlare di Statale16 quando non siamo in grado di fare manutenzione all’unico semaforo esistente a San Severo.
C’è scappato il morto!
In via Fortore zero segnaletica orizzontale, una intersezione priva delle più elementari misure di sicurezza, corsie di canalizzazione in primis.
Di chi è la responsabilità? È stato convocato il responsabile?
Una morte dovuta probabiLmente all’alta velocità dei mezzi coinvolti, ma non è accettabile che ci si strappi le vesti per la Statale quando non si è in grado di operare un minimo di manutenzione ad un incrocio pericolosissimo come quello di via Fortore.
C’è una ulteriore considerazione che sorge spontanea: in presenza di una rotatoria, L’ANZIANO non si sarebbe fermato! Inoltre, i mezzi in arrivo avrebbero dovuto necessariamente rallentare!
La rotatoria più annunciata della storia dove sta?
Fiumi di comunicati stampa, dove caxxo sta la rotatoria?
Vedete, la questione del disastro in cui versa il nostro territorio affonda le radici nel nostro pressapochismo, nelle chiacchiere a buon mercato che si fanno per incantare la gente.
Sarebbe troppo chiedere una organica politica della mobilità, in particolare della mobilità sostenibile, ma almeno le cose più elementari possiamo farle?
E visto che di questi tempi si parla tanto dei diritti violati dei bambini di questa città, qualcuno si è accorto che davanti alla scuola Andrea Pazienza rischiano ogni giorno la vita tanti ragazzi?
La strada prossima all’istituto è costantemente attraversata da pullman e da camion. C’è un terreno affianco pieno di zoccole e serpenti, cosa deve accadere per creare uno spazio di uscita in sicurezza in quell’area?
Segnatevi questa data.
Quando si verificherà un’altra tragedia ne riparleremo con la stucchevole retorica di sempre.
È ora di smetterla!
Nazario Tricarico

Altri articoli

Back to top button