Comunicati

ULTIME DAL MERCATO DI SAN SEVERO

a cura di “Agora”.
I CITTADINI DEVONO SAPERE molte cose che non sanno sul mercato di piazza Allegato, in quanto sono anni che tutte le amministrazioni che si sono succedute alla guida della città sin dal 1999, hanno sempre evitato di normalizzare il mercato in maniera da renderlo funzionale e utile alla città.
Ai dirigenti di Agorà è sempre parso che, aldilà dei comportamenti di singoli scriteriati e anarchici venditori, peraltro mai seriamente inibiti da controlli e repressione più costanti delle forze del’ordine, il mercato, nel suo insieme abbia dato sempre prova di essere la scintilla che da sola tiene in piedi il commercio di vicinato dell’intero centro della città. Abbandonarlo, non tenendo in considerazione i suggerimenti più elementari degli addetti ai lavori, equivale a pensare che alla politica, ai politicanti, ai dirigenti e ai funzionari più o meno ligi al dovere, il mercato nel centro costituisce una rogna e non una risorsa: ma tant’è!!
I CITTADINI DEVONO SAPERE che se trovano il mercato sporco con i rifiuti dei venditori (non quelli serali delle gelaterie, pizzerie e birrerie) è perché “qualcuno” non vuole munire i venditori di singoli recipienti per i rifiuti (così come previsto dal famoso “finanziamento dei 2milioniemezzo per l’area mercatale” e non 10/12 bidoni a disposizione per tutti e per tutto, senza che ci siano telecamere o agenti di controllo che possano vedere, e censurare all’istante, chi ne fa un uso scorretto.
I CITTADINI DEVONO SAPERE che se trovano poco agevole parcheggiare nei dintorni del mercato è perché “qualcuno” non vuole dare seguito ai suggerimenti forniti dall’associazione Agorà, almeno per quanto concerne gli orari mattutini dei parcheggi a pagamento, magari permettendo soste libere di mezz’ora.
I CITTADINI DEVONO SAPERE che se il mercato rischia di trasformarsi in un posto in cui aumentano a vista d’occhio le presenze e comportamenti che operano ai margini della legalità, mettendo a rischio persino l’incolumità dei consumatori e dei venditori, è perché a “qualcuno” il mercato ben tutelato e controllato giornalmente e non sporadicamente dal personale di sicurezza, e che dovrebbe fungere sempre da elemento di deterrenza, non piace o fa in modo che questo non rientri nei suoi compiti.
I CITTADINI DEVONO SAPERE che se la pavimentazione della piazza presenta anche delle anomalie strutturali, è perché “qualcuno” ha permesso nel giugno del 2011 di parcheggiare un giorno intero le centinaia di auto al seguito del “Giro d’Italia Bio”, pur risultando la piazza ancora “cantiere” (spero che qualcuno se ne ricordi, altrimenti lo può facilmente confutare su internet o da documentazione cartacea….) e questo ha portato al veloce deperimento della fresca pavimentazione da poco posata; eppure anche su questo Agorà era intervenuta, ma sinora non ha mai avuto riscontri.
I CITTADINI DEVONO SAPERE che è ancora attiva la delibera che vieta, se non per assurde deroghe, le operazioni di carico e scarico merci sulla piazza con i mezzi sino a 35 q.li, inibizione che cozza con il deliberato del progetto della piazza mercatale; ma sulla piazza, invece, si devono consentire tutti gli altri transiti, persino di camion e spazzatrici pesanti e non quelli dei venditori che ne avrebbero pieno titolo.
L’atroce dubbio della dirigenza di Agorà, è che questa amministrazione non voglia/possa ripristinare il normale funzionamento del mercato per qualche “timore reverenziale” verso qualcuno o per presunte pressioni di natura a noi sconosciuta. Ma, SAPERE E’ POTERE….!!!

Dalla sede Agorà 6 settembre 2015
Il Presidente Claudio Cozzoli
Il vicepresidente Alessandro Carafa

Altri articoli

Back to top button