ComunicatiIn evidenza

UN CENTRO DESTRA RINNOVATO CON GIOVANI E MEMORIA STORICA

di FERNANDO CAPOSIENA, GIA’ ASSESSORE E CONSIGLIERE COMUNALE

Gentile Direttore, alla fine di questa interessante e riuscita iniziativa editoriale della GAZZETTA DI SAN SEVERO, vorrei dire la mia sul futuro del centro destra a San Severo. Ovviamente un’analisi di questo tipo ha dei limiti considerata l’influenza degli scenari nazionali. Tante cose dipenderanno dalle scelte e dalle strategie dei leaders verso la definizione di una nuova compagine politica che, come molti sperano, dovrà fornire ai moderati italiani una VALIDA E ADEGUATA ALTERNATIVA ALL’ATTUALE MAGGIORANZA DI GOVERNO. Venendo a livello locale, per quello che posso dire rispetto agli eventi di questi mesi, è possibile affermare che inizia ad intravedersi in maniera chiara LA NASCITA DI UNA NUOVA GENERAZIONE DI VALIDISSIMI GIOVANI che, con competenza, stanno costruendo decisamente un VOLTO NUOVO DI CENTRO DESTRA. Un gruppo molto impegnato nel costruire un’azione politica basata essenzialmente sui PROGRAMMI e gli OBIETTIVI da raggiungere per la città. Sono convinto che se si avrà l’intelligenza di fare SINTESI, sarà altrettanto possibile giungere ad un progetto politico serio, molto diverso dallo spettacolo di “DILETTANTI ALLO SBARAGLIO” della maggioranza del Sindaco MIGLIO che, ad onor del vero, hanno svilito e non poco il ruolo della politica all’interno del nostro tessuto sociale. E’ chiaro, i giovani hanno dinamismo e intraprendenza ma devono sempre avere dei punti di riferimento precisi e chiari. Senza MEMORIA STORICA non si va da nessuna parte. Tutta questa VENTATA DI ARIA NUOVA dovrà essere accompagnata da umiltà e spirito di collaborazione, soprattutto utilizzando chi conosce bene la realtà amministrativa e che può fornire elementi, chiavi di lettura, la cui conoscenza discende da anni e anni di esperienza. Il momento è certamente ancora caratterizzato da “SCOSSE DI ASSESTAMENTO” dopo la sconfitta dello scorso anno ma credo che sia giunto il momento di compiere SCELTE FATTE DI BUONSENSO. Si percepisce bene, infatti, nell’elettorato di San Severo il bisogno di vedersi  rappresentato. Ognuno di noi, mi riferisco ai protagonisti del recente passato, ha il dovere di interpretare diversamente il proprio ruolo, non è infatti possibile chiedere UMILTÀ ai giovani se noi per primi siamo ancora in preda a spinte di PROTAGONISMO. caposienaNe va del futuro della nostra parte politica e del duro lavoro di questi anni che ci ha visti, in misura e maniera diversa, tutti coinvolti. Abbiamo tra l’altro la fortuna di avere giovani anche investiti di ruoli politici importanti all’interno dei rispettivi partiti, particolare non di poco conto se si pensa che la sintesi non può prescindere dal ruolo delle “forze politiche” al di là delle aspirazioni dei singoli. Ritengo che si possa lavorare per trovare la quadra sotto tutti i punti di vista, da quello PROGRAMMATICO in senso stretto a quello propriamente POLITICO. Il nostro patrimonio, i sacrifici di anni di mediazioni e iniziative, non possono essere dispersi. E’ giunto il momento di allargare i nostri orizzonti e, con tutte le nostre forze, favorire un deciso RICAMBIO DELLA CLASSE POLITICA DELLA NOSTRA CITTÀ. Già con l’AMMINISTRAZIONE SAVINO io stesso – era il 2009 – ho scelto di dare strada ai giovani rinunciando ad assumere ancora direttamente il ruolo di assessore. Ed ecco che sono emersi i nomi dell’ing. MASSIMO d’AMICO e poi del dr. LEONARDO DI TULLIO, secondo me con buoni risultati sempre storicamente verificabili.

Altri articoli

Back to top button