ComunicatiPrima pagina

UN MAGO DI NATALE A SAN SEVERO

Alcuni anni fa, nella settimana che precedeva il Natale, agli alunni delle scuole elementari (primarie) fu proposto un atto di creatività invitandoli ad immaginare che giungesse a San Severo un MAGO di Natale che volesse aiutare i ragazzi e le famiglie sanseveresi in difficoltà. Ispirandosi al grande GIANNI RODARI ne scaturì un originale testo collettivo, in rime sparse, adattato alla nostra realtà cittadina e vorrei permettermi di sottoporlo al giudizio dei Lettori. Ecco il testo, prodotto dalla fantasia di quei ragazzi: <<Se io fossi IL MAGO DI NATALE andrei per davvero a visitare San Severo e farei spuntare un albero di Natale in ogni casa, in ogni appartamento dalle piastrelle del pavimento, ma non l’alberello finto, di plastica, che vendono al centro commerciale, ma un vero abete, un pino di montagna, con un po’ di vento vero impigliato tra i rami, che mandi profumo di resina in tutte le camere, e sui rami dei magici frutti: regali per tutti! Poi, con la mia bacchetta me ne andrei per tutta San Severo a far magìe in tante e tante vie. In VIA LUCERA farei crescere un albero ogni sera, carico di bambole di ogni qualità, che chiudono gli occhi e chiamano: “papà”, camminano da sole, ballano il rock an’roll, fanno le capriole. Chi le vuole, le prende: gratis, s’intende. In piazza ALLEGATO farei crescere l’albero del cioccolato; in via TIBERIO SOLIS l’albero del panettone gratis; in via CARLO PISACANE l’albero del pane; e in via SANT’ANNA l’albero dei cornetti con la panna. In piazza TRINITÀ pianterei L’ALBERO DELLA LIBERTÀ con pastiere appese e disponibili per chi ama l’aria sana e LA REPUBBLICA NAPOLETANA. Continuiamo la passeggiata? Avanti, andiamo! La magia è appena cominciata, dobbiamo scegliere il posto all’albero dei trenini: che ne dite, va bene in VIA MAZZINI? Invece l’albero dei panzerotti lo farei crescere su viale GIACOMO MATTEOTTI. Ogni strada avrà un albero speciale e il giorno di Natale i bimbi faranno per intero il giro di San Severo per prendersi quel che vorranno. Per ogni giocattolo colto dal suo ramo, ne spunterà un altro dello stesso modello e anche più bello. E se qualche bimbo resterà senza, allora può trovarlo presso la piazzetta ANDREA PAZIENZA. Tutto questo farei se fossi un mago. Però non lo sono, che posso fare? Non ho che auguri da regalare, di auguri ne ho tanti… Coraggio venitemi a trovare, così conoscerete per davvero IL CENTRO STORICO DI SAN SEVERO>>.

Altri articoli

Back to top button