In evidenzaSport

UN SANSEVERESE TRA GLI SPETSNAZ

Si è tenuto a Roma dall’11 al 13 marzo scorso un seminario internazionale di “Systema – Russian Martial Art”, ovvero una disciplina marziale le cui origini risalgono al medioevo russo, segretamente sviluppato ed evoluto in epoca sovietica per l’addestramento delle forze speciali, gli “Spetsnaz”. Questo seminario, dal titolo “Summit of Masters”, ha infatti visto come insegnanti di eccezione il colonnello Mikhail Ryabko (consigliere presso il Ministero della Giustizia russo e fondatore del Systema nella sua forma “contemporanea”) e Vladimir Vasiliev (ex operativo degli Spetsnaz e fondatore nel 1993 della prima scuola fuori dalla Russia).  Fra i più di centocinquanta partecipanti provenienti da tutta Europa, USA, Medio ed Estremo Oriente, anche il nostro concittadino Paolo Verrone, istruttore autorizzato di questa disciplina fin dal 2012. “Il Systema” ci spiega “è un modo di addestrarsi pragmatico, senza cinture o gradi, formalità o rituali, in cui allo studio di tecniche fisse si preferisce la padronanza di concetti di biomeccanica, fisiologia e psicologia nonché lo sviluppo di abilità fisiche, mentali e spirituali necessarie al combattimento, all’autodifesa e alla sopravvivenza in ambienti ostili come il mantenere l’autocontrollo, l’adattarsi rapidamente e il reagire efficacemente alle situazioni più pericolose: la tecnica finale è solo un dettaglio, l’importante è il risultato”. Essendo un metodo di origine militare ma adattabile alle esigenze di Forze dell’Ordine, bodyguard, operatori di sicurezza nei pubblici locali come anche privati cittadini, grande enfasi è data alle varie maniere di evitare il conflitto o il pericolo o almeno contenerne i danni, “dato che” continua Paolo Verrone, già operatore certificato di sicurezza personale e ambientale “l’addestramento è importante, ma nella realtà nessuno è infallibile o immortale”. Non a caso, l’argomento del seminario è stato il concetto di “Protezione personale e di terze persone”, sviluppato attraverso innumerevoli esercizi che replicavano, a vari livelli di difficoltà (da semplici intimidazioni fino a minacce con arma da taglio), le principali situazioni di potenziale rischio e di attuale aggressione che, come apprendiamo fin troppo spesso dai media, possono purtroppo verificarsi in ambiente reale. Grazie alla disponibilità del titolare Salvatore De Matteis, è possibile praticare questa disciplina anche qui a San Severo, nella palestra “Working Out Center”.

 

Altri articoli

Back to top button