ComunicatiIn evidenza

UN TRATTO DI CIVILTA’! Via Tiberio Solis -isola pedonale

di Antonio Franciosi e Luigi Rinaldi

Il sondaggio aperto a tutti i cittadini della nostra città, realizzato grazie alla collaborazione de “La Gazzetta di San Severo”, è stato l’ultimo atto di un percorso avviato due settimane fa sulla possibilità di sperimentare, anche a San Severo, su un tratto di circa 300 metri della centralissima via Tiberio Solis, un’isola pedonale.La votazione si è conclusa oggi con un risultato schiacciante pari al 77% per il “SI” all’isola pedonale. Al sondaggio hanno partecipato 3729 utenti.

I fatti ci hanno dato ragione perché, come immaginavamo, la stragrande maggioranza dei votanti ha dichiarato di essere favorevole alla sperimentazione; leggendo i commenti molti hanno addirittura auspicato la realizzazione immediata dell’isola pedonale, senza passare attraverso la sperimentazione semestrale.

Nell’effettuare questa indagine abbiamo pensato fosse giusto cominciare chiedendo il parere dei circa quaranta commercianti del tratto di via Tiberio Solis in questione, esattamente tra il civico 8 ed il civico 124.

Una ventina di loro ha manifestato immediato interesse verso l’idea proposta, sottoscrivendo una lettera indirizzata al sindaco che il 15 giugno scorso abbiamo protocollato presso gli uffici del comune. Una parte di commercianti ha manifestato invece perplessità adducendo principalmente come motivazione l’assenza di un parcheggio che sopperisse alla rinuncia ad una trentina di posti auto, eliminati di fatto dall’eventuale realizzazione dell’isola pedonale. A nulla sono valsi con questi ultimi i nostri tentativi di rassicurazione giustificati dalla garanzia sul corretto funzionamento dei parcheggi a pagamento di Corso Garibaldi, Largo Carmine e Piazza A. Moro, che darebbero più possibilità anche ai forestieri di trovare un posto per le loro auto e godersi in tutta tranquillità le vetrine di Via Tiberio Solis. Il presupposto è che i concittadini, negozianti compresi, quando possibile, dovrebbero spostarsi a piedi.

L’isola pedonale è una scelta culturale: San Severo è una città dove è possibile circolare a piedi, occorrono mediamente venti minuti per attraversarla da un capo all’altro. L’esistenza di più aree pedonali è di fatto un deterrente ad usare inutilmente l’auto o la moto, con grande vantaggio per l’ambiente in cui tutti viviamo.

L’isola pedonale è una scelta per la salute: in certe ore l’aria che si respira è altamente tossica a causa dei gas di scarico, spesso prodotti da gente che usa il veicolo a motore per il semplice gusto di farsi vedere sul corso dei negozi. Già dalle ore 17:00, infatti, è quasi impossibile parcheggiare su via Tiberio Solis perché i pochi posti auto disponibili sono già occupati.

L’isola pedonale è una scelta di sicurezza: in certe fasce orarie bisogna fare lo slalom tra auto e scooter per attraversarla, bisogna intervenire prima che sia troppo tardi.

Nonostante le tre priorità: cultura, salute e sicurezza, abbiamo cominciato con chi in quella via ha un’attività economica, pensavamo di trovare l’opposizione della maggior parte di loro, invece abbiamo trovato molti commercianti davvero capaci, aperti alle innovazioni e alle sperimentazioni, alcuni ci hanno chiesto di non mollare e di aiutarli nella realizzazione di questa idea. Purtroppo sono arrivati anche comunicati di associazioni di categoria e di singoli che hanno preso le distanze da questa iniziativa, come se delle problematiche suesposte i cittadini non siano autorizzati a discutere, come se la salute e la sicurezza siano questioni secondarie.

Il sindaco Miglio, che abbiamo incontrato presso la sede municipale in data 16 giugno, ha manifestato la massima disponibilità ad investire su quello che diventerebbe il “salotto della città”, con grande vantaggio per tutti, commercianti compresi. Al sindaco abbiamo chiesto ampie garanzie su tutto ciò che si può fare in una fase sperimentale: pulizia della strada, potenziamento dell’illuminazione, cestini, posacenere, fioriere, corretto funzionamento dei parcheggi a pagamento e massimo controllo del tratto da parte della polizia locale. All’assessore alla cultura abbiamo chiesto di fare il possibile, compatibilmente con le misure anti-covid, affinché su via Tiberio Solis e nel centro storico siano organizzate iniziative ed eventi da pubblicizzare nei comuni limitrofi, per offrire un motivo in più per venire nella nostra città.

Alla luce del chiaro esito del sondaggio da cui si evince che la stragrande maggioranza di cittadini vuole provare a disegnare, tramite l’isola pedonale, un “tratto di civiltà”, chiediamo al sindaco e all’amministrazione comunale di prendere ogni iniziativa utile al confronto per la realizzazione in breve tempo di questa idea.

E’ solo l’inizio di un percorso di rinascita culturale, la città ne ha bisogno, deve mostrare l’aspetto migliore di sé, non c’è più tempo…

Altri articoli

Back to top button