ComunicatiPrima pagina

Un urlo silenzioso di tante famiglie impossibilitate alla dad!

Oggi 31 Ottobre il disagio e il caos regna nell’istruzione e nelle famiglie Pugliesi!

E non prendiamoci in giro…questa volta non è il Covid a mietere vittime, siamo in un tunnel senza uscita perché a comodare siamo bravi tutti ma non ci stiamo piu ad abbassare la testa perché ora si lede l’etica sociale e morale dei nostri figli e delle nostre famiglie. Per l’ennesima volta ci viene chiesto un sacrificio, un sacrificio ingiusto perché a pagare le conseguenze più gravi sono i bambini!!!! Sono stati stanziati più di 4 miliardi per mettere le scuole in sicurezza, materiale e personale Covid, abbiamo portato a una maturità igienico sanitaria bambini di ogni grado di età, gli è stato privato il contatto fisico, gli è stato privato il momento ludico di socialità, seduti in classe con finestre aperte per evitare il contagio e intanto aumentano gli allarmismi pediatrici anche per semplici raffreddori,costretti a casa ora ad apprendere un metodo che non allarga nessun orizzonte ma lo porta in un buco nero quello della solitudine virtuale, ci siamo inventati ogni tipo di racconto e fatto ogni abbellimento per far piacere le mascherine ai nostri figli,un po’ come il carramarto nella Vita è bella di Benigni, ma si intende Mascherine e non Museruole eh già perché la Mascherina deve vincere come vinse quel carrarmato. Adesso basta non siamo ai tempi del feudalesimo e non siamo nel dopoguerra, ogni bambino ha il diritto all’istruzione, non sono oggetti e non vanno catalogati in categorie come bestie o come i parcheggiati dei genitori che lavorano o delle mamme casalinghe stressate. Questa di chiudere le scuole e lasciare tutto il resto in completa circolazione è una decisione terroristica nonché assurda. Questa è una guerra fredda lo sappiamo tutti ma è anche un urlo silenzioso di tante famiglie impossibilitate alla dad!

Erika d’Amico

Altri articoli

Back to top button