CronacaPrima pagina

Una bottiglietta di benzina e dei proiettili sulla mia macchina del sindaco di Monte Sant’Angelo

Con una nota sul suo profilo social, Pierpaolo D’Arienzo, sindaco di Monte Sant’Angelo, commenta il ritrovamento di una bottiglietta contenente benzina e di alcuni proiettili sulla sua macchina parcheggiata d’avanti al Comune. Trattasi di un atto intimidatorio sul quale i Carabinieri stanno indagando:

“Una bottiglietta di benzina e dei proiettili sulla mia macchina, parcheggiata sotto la casa comunale, sotto la casa di tutti voi.

Cari concittadini, sono sconcertato e sconfortato da questo ennesimo vile atto.
Amareggiato e molto triste.

Quello che posso dirvi di certo è che non mi fermo, vado avanti a testa alta, proseguo il mio lavoro e le mie battaglie a favore della legalità.

Forte di avere una squadra alle mie spalle che mi sostiene.
Forte di avere una meravigliosa famiglia che nonostante tutto mi da il coraggio di continuare. Forte di avere una città dalla mia parte, una città che ha imparato a distinguere.
Una città che come me ha deciso da che parte stare.”

Il commento di Raffaele Piemontese Vicepresidente Regione Puglia:

“La sfida alla mafia Pierpaolo continuerà a condurla così, a viso aperto.
Oggi ha cominciato la giornata a servizio della sua comunità parcheggiando la sua auto alle 9 sotto il Comune di Monte Sant’Angelo. E sotto il Comune è andato a riprenderla dopo le 14, trovando cartucce a pallettoni e una bottiglietta di benzina in bella mostra sopra i tergicristalli: i segni riconoscibili e riconosciuti di un’intimidazione criminale.
Sono, siamo con Pierpaolo per una sfida che il sindaco di Monte Sant’Angelo sta vincendo con un lavoro quotidiano e di cui beneficiano tutti i montanari perbene, che sono la stragrande maggioranza.”

Altri articoli

Back to top button