ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

UNA ‘FRANA’ EPOCALE CHIAMATA PROVINCIA

di DESIO CRISTALLI

Le statistiche confermano che in Capitanata le frane, più o meno gravi, del territorio provinciale sono arrivate al considerevole numero di OTTOCENTO! Questo va aggiunto al resto dello sfacelo politico-amministrativo-finanziario portatoci dall’ormai famosa legge che doveva abolire l’Ente Provincia in Italia e che, dopo la sonorissima bocciatura referendaria di revisione costituzionale, ci ha lasciato solo…macerie!Dalla prima seduta d’insediamento, la nuova Provincia di Capitanata, uscita dall’ultima consultazione elettorale…fatta per la seconda volta in famiglia dalla politica nostrana (cioè io voto te e tu voti me e chi se ne frega dei Cittadini…che però pagano sempre TUTTO!!!), ha indotto il nuovo consesso provinciale a chiedere lumi al Governo e al Parlamento sul da farsi, atteso che sono rimaste quattro lire (ora centesimi) per far fronte alle poche ma immani funzioni rimaste da gestire e cioè ambiente, edilizia scolastica e manutenzione della rete stradale dauna. Non si dimentichi che la Capitanata è una <<PROVINCIA REGIONE>> con lapiù vasta rete stradale d’Italia dopo la provincia di Milano. Strade che sprofondano, smottamenti e frane e possibilità di manutenzioni ordinarie e straordinarie assolutamente insufficienti per rendere vivibili i territori dall’Alto Tavoliere al Gargano e ai Monti Dauni. E qui voglio condividere la ‘prudenza’ di molti dei precedenti amministratori che hanno preferito non ricandidarsi perché stanchi di essere additati come i ‘responsabili’ di un disastro epocale addebitabile ESCLUSIVAMENTE a Governo e Parlamento. E dire quelli che hanno…assassinato le Province italiane sonoancora lì a governare e a legiferare, sia pure sotto mentite spoglie e perlopiù senza essere stati eletti da nessuno a svolgere tali alte funzioni di Stato. Se chi governa la Capitanata provasse a chiedere ad ogni cittadino cosa pensa della Provincia attuale non riuscirebbe a dormire per mesi per lo spavento…! Ecco perché non ha sbagliato chi ha sentenziato di recente che non sono le oltre 800 frane di Capitanata le vere frane ma che, ormai, L’UNICA, VERA ‘FRANA’ DI QUESTA TERRA E’ LA PROVINCIA! E il guaio maggiore è che non esistono né le premesse, né le prospettive legislative nazionali per una resurrezione a breve. E mentre tutto ciò accade sulla pelle dei Cittadini, a Roma si pasteggia ancora a caviale e champagne, cioè a stipendi politici e vitalizi di platino. Altro che paura dei ‘5 STELLE’, presto potrebbero aver paura di 5…CALCI NEL SEDERE A TESTA!!!

 

 

Altri articoli

Back to top button