ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

UNA GRAVE FUGA DI NOTIZIE DAL PALAZZO ANNUNCIA LA NOMINA DELL’ASSESSORE FANELLI…CON DICHIARAZIONE DEL SINDACO CONTESTATA DAL “PD”

di DESIO CRISTALLI

Questa volta l’annuncio del ‘gaudium magnum’ per l’avvento dell’ultimo Assessore anzichè farlo chi deve farlo, cioè il Portavoce di Palazzo Celestini, l’ha fatto un giorno prima un sito internet privato. Siamo alla paranoia amministrativa! Una volta queste cose non accadevano e l’annuncio lo faceva direttamente l’Amministrazione; le varie testate pubblicavano prima solo i pronostici sui papabili. E non è neppure la prima volta che accade, perchè prima dell’estate la nomina data per certissima ad Assesori di DEL SORDO e LA PIETRA (in quota PD)…è stata smentita all’ultimo minuto con la nomina solo del primo da parte del Sindaco. E allora cerchiamo di capirci, perchè in un colpo solo sono stati ‘offesi’ la PORTAVOCE DEL COMUNE, pagata proprio per fare questo dai Cittadini, il cui comunicato tardivo di questa mattina è stato inutile appendice della grave fuga di notizie di ieri, e TUTTE LE TESTATE GIORNALISTICHE (CARTACEE, RADIOTELEVISIVE E INFORMATICHE) DELL’INTERA CAPITANATA. Ora se si vuole porre rimedio, si apra una INCHIESTA INTERNA al Palazzo per scovare chi è LA TALPA che ha fornito l’assist al sito privato che, ovviamente, ha fatto il suo lavoro lanciando la notizia. Ci spiace che la nomina del dr. RAFFAELE FANELLI, specchiata figura di medico e ricercatore, sia stata varata con un putiferio di contrastanti comunicati creati in queste ore dalla poco accorta politica nostrana. All’Assessore FANELLI, prima di parlare d’altro (altrettanto grave!), indirizziamo le vive felicitazioni e l’augurio di BUON LAVORO della nostra GAZZETTA.
E passiamo alla cosa più grave. La nomina del neo-Assessore e persino il contenuto del comunicato con le dichiarazioni del Sindaco (che parla forse impropriamente di “condivisione del Coordinamento cittadino del PD”) sono stati fortemente contestati dal Consigliere comunale DINO MARINO (non dimentichiamo candidato Sindaco del PD…) e poi dalla Segreteria PD di LEO LA PIETRA. Una ‘sconfessione’ clamorosa per il vertice dell’Amministrazione. MARINO e la Segreteria PD sconfessano il Sindaco ma anche i due consiglieri comunali del PD stesso, CIRO CATANEO e ANNALISA TARDIO. E dunque, dopo questo…terremoto di dichiarazioni, FANELLI andrebbe considerato espressione di due amministratori del PD e non anche del Partito. Stando al comunicato ufficiale del PD, infatti, i consiglieri CATANEO e TARDIO potrebbero addirittura rischiare l’espulsione dal Partito che qualche ‘mariniano’ avrebbe voluto, per coerenza politica essendo stati candidati con MARINO e contro MIGLIO, sin dall’esordio ‘parentale’ con l’attuale Amministrazione. I due Consiglieri interessati richiamano, invece, la benedizione originaria, estesa fino alla proposta pro-nomina FANELLI, da parte di EMILIANO e PIEMONTESE, pur se questo non significa che il PD di San Severo debba pensarla allo stesso modo. MARINO infatti sin dall’epoca delle elezioni fece risaltare la posizione stranissima delle Segreterie regionale e provinciale PD che appoggiavano il ‘civico’ MIGLIO contro il rappresentante ufficiale del LORO PARTITO. Ed ora questo guazzabuglio si riperpetua, con la base del PD sanseverese sconcertata, se è vero, come è vero, che due dei tre Consiglieri PD (CATANEO e TARDIO) propongono FANELLI mentre il terzo Consigliere (MARINO) e la Segreteri PD di San Severo sono contrari, ritenendo FANELLI neppure espressione dell’intero Gruppo Consiliare. CATANEO e TARDIO, oltre tutto, chiedono anche la giubilazione della Segreteria piddina di LEO LA PIETRA. DIre che si procede in ordine sparsissimo…è dire poco! Una situazione abnorme che conferma che se il Centrodestra cittadino piange da tempo…il Centrosinistra non ride di certo ed ha un mare altrettanto vasto di problemi di convivenza. Morale della favola: quando la gente non va più a votare e giudica TUTTA LA POLITICA UGUALE ha ragione o ha torto? Ognuno dia la sua, possibilmente onesta, risposta. Ciò che è certo, è che questo ennesimo scontro frontale nel PD lascerà sul campo altri morti e feriti, incarognendo vieppiù il dibattito consiliare complessivo e rendendo ancora più complicata la gestione quotidiana del Palazzo, specie se il PD dovesse, come lascia presagire il suo comunicato odierno, passare armi e bagagli all’opposizione.
Una postilla: Signor Sindaco, ho già espresso in altra occasione una mia opinione su certe ‘deleghe delegate’, convinto come sono che quelle portanti di un’Amministrazione (tipo Legalità, Trasparenza, Rapporti con le Forze dell’Ordine, Sicurezza Urbana, Igiene Urbana, Innovazione, Rapporti con l’Università) debbano rimnere sempre e saldamente nelle mani dell’unico che veste la fascia tricolore del Governo, come garante della più corretta gestione delle materie amministrative socialmente più delicate. Un’opinione mia personale (ma credo anche di molti altri Sanseveresi) che non è condivisa da Lei, mentre è stata spesso condivisa da suoi predecessori. Ne prendiamo atto.

Altri articoli

Back to top button