ComunicatiIn evidenza

UNA MADRE DI SAN SEVERO INVOCA AIUTO E PROTEZIONE

Il 17 settembre di quest’anno accade che la tranquillità di una famiglia della città di San Severo venga sconvolta. La notizia viene lanciata da un’emittente televisiva a portata interregionale.
Una madre racconta di aver sognato per anni di aprire un’attività tutta sua nella cittadina sanseverese.
La data dell’inaugurazione era stata fissata all’11 settembre, ma due settimane prima, a causa di un guasto dell’impianto fognario, succede che si allaga la parte retrostante del negozio destinata a magazzino e, gran parte della merce che si trova all’interno di alcune scatole di cartone, vada distrutta.
Iniziano le prime vicissitudini.
Arriva il 17 settembre e la proprietaria, dopo aver accompagnato i figli a scuola, viene aggredita e picchiata nel portone di casa. Da quel giorno la vita familiare viene stravolta.
Arrivano mail criptate con contenuti intimidatori ed ogni piccola attività o gesto quotidiano viene vissuto con paura. Il racconto della storia in tv è da brividi e diventa subito virale. Migliaia le visualizzazioni e tantissimi commenti di solidarietà espressi alla famiglia. Si attende una pronta risposta da parte delle FFOO, le quali si attivino al fine di assicurare alla Giustizia gli autori materiali di tali gesti.
La madre coraggio invoca aiuto da parte delle Istituzioni, affinché la lotta alla violenza non possa essere ricordata solo in occasione del 25 novembre, ma sempre.

Altri articoli

Back to top button