Comunicati

UNA NUOVA ARTE DALLA CAPITALE: LO SCULTORE EBANISTA DI STRADA

Mi è capitato per caso, passeggiando per Via Cola di Rienzo a Roma, una delle strade principali del centro capitolino, a trecento metri da Piazza San Pietro, di vedere all’opera un giovanissimo scultore ebanista di strada (nella foto), intento a ricavare la figura di un uomo con addosso un mantello col collo alzato da un tronco d’albero tagliato di fresco a cura del Comune. Un modo nuovo di abbellire una strada importantedella nostra Capitale con un’autentica opera d’arte, apprezzata da decine e decine di persone curiose, ferme sul marciapiedi a veder procedere l’opera sotto i colpi magistrali di scalpello di un giovane scultore, accanto al quale campeggiava un cappello semipieno di monetine (da un centesimo ma anche da uno o due euro). C’erano bambini per mano ai genitori o anche persone anziane, tutti affascinati e quasi a bocca aperta al cospetto di un tronco d’albero scolpito che sicuramente faceva gola a qualche proprietario di abitazione col giardino che, nottetempo, potrebbe magari essere invogliato a tagliare il tronco alla radice per portarsi via la suggestiva scultura.Certo la ‘trovata geniale’ di abbellire le città con residui di tronchi d’albero lasciati lì nelle loro piccole aiuole non è da buttar via e renderebbe le strade urbane più belle ed artisticamente apprezzabili. E poi questa ‘genialata’ è sicuramente meglio di quegli enormi graffiti multicolori che a volte abbelliscono — ma altre volte rendono più brutte! — le facciate di tanti immobili, anche della nostra San Severo. E ci auguriamo che almeno venga sempre richiesta l’autorizzazione dei proprietari degli stabili, altrimenti prima o poi cominceranno a fioccare denunce nei confronti degli autori di ‘murales’ non sempre graditi!!!

DESIO CRISTALLI

Altri articoli

Back to top button