ComunicatiPrima pagina

UNA PANCHINA BIANCA COME SIMBOLO DI PUREZZA DA OGNI MALE. “IL GIARDINO DEGLI ANGELI” DI TORREMAGGIORE CONTRO LA VIOLENZA

In occasione del giorno dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne, giovedì 25 novembre, con inizio alle ore 18,00, presso “IL GIARDINO DEGLI ANGELI”, in via Vincenzo Lamedica, nella cittadina di Torremaggiore, si è tenuto l’evento: MADRE LIBERAMI”, a cura dell’Associazione “Mirko Valerio Emanuele”.

L’appuntamento, reso possibile anche grazie al patrocinio Comunale, si è rivelato con un programma ricco ed emozionante.
“La violenza va sempre combattuta, sotto qualunque forma essa si manifesti. Le donne soprattutto, devono trovare la forza ed il coraggio di ribellarsi denunciando, chiedendo aiuto, confidandosi e cercando con tutte se stesse di uscirne fuori. L’appuntamento di questa sera ha lo scopo di sensibilizzare su un argomento di cui non si parla mai abbastanza, con un messaggio di incoraggiamento.
‘MADRE LIBERAMI’ vuole essere un richiamo di aiuto, proprio come quello che rivolgiamo nei momenti in cui ci possiamo sentire sprofondare nel baratro della disperazione, invocando colei che più amiamo al mondo…nostra madre”, dichiara Carmen RICCIO, Presidente dell’Associazione “Mirko Valerio Emanuele” ed organizzatrice dell’evento.
“Vorrei ringraziare inoltre: il CVS Foggia; l’Associazione Culturale Teatrale e di Spettacolo “IL BAFFO OVD”, per aver contribuito con una performance teatrale, a cura degli attori Cinzia IARRAPINO ed Andrea MAIORANO. Un sentito grazie anche a Lucia BIASCO ed Andrea MAIORANO per l’interpretazione di due poesie, ed alla ballerina Nura CIARDIELLO per essersi esibita nella danza “Madre Liberami”, la cui coreografia ho curato personalmente e dalla quale il titolo dell’evento. Ringrazio ancora il gruppo Giovani dell’Azione Cattolica della Parrocchia ‘San Nicola’ per aver preparato appositamente un gioco di ombre a tema, con musica in sottofondo; il filmmaker Tony MONROE; Giuseppe TARTAGLIA per aver realizzato una panchina ed Alessandro SARROCCO per averla decorata e dipinta. Un ringraziamento di cuore anche a tutti i presenti, tra cui le Associazioni (scusandomi se ho dimenticato di citarne qualcuna): Legambiente Circolo “Torremaggiore Mia”; Guardie Ambientali; il Centro Attività Culturali “Don Tommaso Leccisotti”; GENS NOVA e l’Associazione “Sacco e Vanzetti”, conclude Carmen RICCIO.
Intervenute infine Lucia DI CESARE, Assessora alle Politiche Sociali ed alle Pari Opportunità e la Senatrice Gisella NATURALE, le quali hanno impreziosito la serata con la loro capacità discorsiva e con il fine di sensibilizzare riguardo un argomento tanto delicato, come quello della violenza sulle donne.
E c’era lei…una panchina bianca con sopra un paio di scarpette rosse, emblema di femminilità e di eleganza… simbolo di una creatura che andrebbe difesa e, come la stessa Carmen RICCIO, organizzatrice dell’evento, ha sussurrato a fine serata con dolcezza e determinazione: “LA DONNA È AMORE. UN AMORE DA DIFENDERE”.

Altri articoli

Back to top button