CulturaPrima pagina

UN’ALTRA GRANDE OPERA DELL’ARTISTA DI SAN SEVERO ING. ALESSANDRO SERNIA

di DESIO CRISTALLI

Domenica 15 dicembre 2019, nella Chiesa della “Madonna delle Grazie”, in San Severo, dopo la Messa vespertina, è stato scoperto il quadro dipinto dall’ing. ALESSANDRO SERNIA che raffigura SAN CHARBEL, monaco dell’Ordine dei maroniti, vissuto nel 1800 e considerato un grande santo taumaturgo. Il quadro dipinto ad olio su tavola di legno misura metri 1,90 X 1,20 (cornice esclusa) e, oltre che raffigurare il Santo in atteggiamento di preghiera, riporta in alto le immagini della Madonna col Bambino da un lato e il calice con l’ostia dall’altro e in basso le facciate delle locali chiese della “Madonna delle grazie” e dei “Cappuccini” sui due lati ai piedi del Santo. Il quadro è stato realizzato col consenso del Parroco Padre RAFFAELE e donato dall’Autore per onorare la figura del grande Santo eremita maronita, RITENUTO PER I SUOI MIRACOLI IL PADRE PIO DEL LIBANO, PARECCHI MIRACOLI ANCHE RECENTI, TRA CUI UNO AD UN DEVOTO DI SAN SEVERO.L’opera sacra, sistemata nel transetto di destra della Chiesa, a destra della nicchia di San Leonardo, resterà per sempre esposto alla venerazione dei fedeli nella suddetta Chiesa, a cui l’Autore è devozionalmente molto legato, onde propagare ancor più in San Severo il culto di SAN CHARBEL.Il concittadino ALESSANDRO SERNIA, che non è nuovo alla realizzazione di opere di carattere religioso, perlopiù sistemate in chiese e santuari, non solo in San Severo ma anche in altre parti d’Italia, ha realizzato anche opere eccelse di scultura, tra cui, nel 2015, il monumento in bronzo del Santo Papa GIOVANNI PAOLO II, nella piazza del Papa di San Severo, ed un SAN MICHELE ARCANGELO donato, nel 2016, nel Palazzo Dogana della Provincia di Foggia, all’attuale Presidente della Regione Puglia MICHELE EMILIANO, oltre ad altre opere in Campania e in altre regioni italiane. Di SERNIA si sono occupati, nel tempo, tanti illustri critici d’arte per la sua poliedrica attività artistica di pittore, scultore, grafico e figurativo. Tanti i suoi meriti socio-culturali in ambito locale, tra cui la fondazione nel 1985, con altri benemeriti Sanseveresi, dell’Associazione <<LO SCRIGNO>>. Tantissime le mostre e le rassegne artistiche alle quali ha partecipato nell’arco di oltre mezzo secolo e tanti i premi raccolti a giudizio di qualificate giurie in giro per l’Italia.

Altri articoli

Back to top button