ComunicatiPrima pagina

Venerdi Santo: Proposta di una processione silenziosa per il giro interno della città

Lettera aperta al Vescovo Mons. Gianni Checchinato

“Eccellenza reverendissima
Le scrivo quale Confratello della Arciconfraternita Maria SS del Rosario di S. Severo,  da secoli Custode nella chiesa dei Celestini del Cristo Flagellato alla Colonna.  
Mi permetto di scriverLe in forma di “Lettera Aperta”, per farmi Voce di molti Confratelli e di tanti Sanseveresi, che chiedono di poter rivedere  tra le vie della Nostra Città, il Cristo alla Colonna  con la Madre Addolorata nel giorno del “Venerdì Santo”. 
In questi giorni, gira voce, che la Processione sulla Via Dolorosa, non avrà luogo causa Covid 19. 
Mi permetta di non condividere, pubblicamente, l”aver deciso di interrompere per quest”anno la  Processione del “Venerdì Santo”: fatto rarissimo nei secoli, senza ben valutare quanto questa Tradizione sia “forte” nell’animo dei Sanseveresi,  legati da sempre al Cristo alla Colonna e  alla Vergine Addolorata.  
Lei mi addurra” il diniego con le ragioni della pandemia, ma mi domando, le mascherine e il distanziamento prevengono  il covid solo in Chiesa…? 
Umilmente,  sono ad  avanzarLe una proposta: Segua il Vescovo solo il Cristo alla Colonna con la Madre Addolorata, unitamente alle  due Arcicofraternite che custodiscono i due simulacri,  perpetuando lo storico percorso, limitandolo al solo giro interno, senza il secolare incontro. 
Una Processione solitaria, silenziosa: Il Cristo  la  Vergine Addolorata e Lei  “il Nostro Pastore”.   Un atto di grande Fede,  di Coraggio,  che testimoni le difficoltà del momento e ravvivi la Speranza di chi sta perdendo tutto,  forse anche la Fede. 
Confido nella Sua sensibilità e responsabilità di  buon Pastore.”
Con deferente ossequio
                     Avv Luigi Fallucchi

Altri articoli

Back to top button