In evidenzaPrima pagina

VI RACCONTO WALTER MAGNIFICO

di VANNI PELUSO CASSESE

Qualcuno ha detto che WALTER MAGNIFICO è stato il KEVIN MCHALE d’Italia. Stiamo parlando della formidabile ala grande dei Boston Celtics, capace di trascinare i verdi sul tetto d’America per più di un decennio. Quali le caratteristiche che hanno accomunato WALTER al giocatore degli states? Certo non solo i 2.08 mt. di altezza, ma anche le esclusive doti tecnico-atletiche che hanno consentito ai due di poter giocare indifferentemente da interno e da esterno. Il che vuol dire, avere padronanza di soluzioni tecniche sia nei ruoli vicino a canestro che fuori dall’area. Entrambi capaci di mettere in crisi le difese sia che fossero i lunghi avversari, grazie alle doti di maggiore velocità, sia che fossero difensori di altezza inferiore, andando a giocare in posizione di pivot. Ed è ancora un’altra la dote che ha accomunato i due giocatori, quella di saper dare il meglio nelle partite più importanti. Il sanseverese sarà ricordato come un giocatore sempre affidabile, capace di garantire in ogni partita una ‘doppia-doppia’ alla sua squadra, mediamente 15 punti e 12 rimbalzi. WALTER cominciò ad allenarsi con la prima squadra della CESTISTICA a soli 13 anni. Gli…notificai la convocazione sulle tribune del palazzetto di Foggia. Sì, perché avevo seguito la squadra allievi nel capoluogo e rimasi incredulo allorché vidi che quello spilungone invece di stare in campo, era stato lasciato in tribuna, MORFEO si sa era amante dei…trottolini. Quindi, mi avvicinai a lui e gli dissi: <tu da domani verrai ad allenarti con i grandi>. Appena quattordicenne e 2 mt. d’altezza esordì in una partita del campionato di serie ‘D’ nel 1975. D’altronde alla CESTISTICA succedeva così con molti dei giocatori del vivaio, vedi MARTIGNETTI, DI CRISTINO, PARISI, D’ORSI, ROTONDO, DEL VICARIO. La prima convocazione in nazionale giovanile, a 15 anni, a Cortina d’Ampezzo, porta la data del 13 settembre 1976. WALTER aveva solo 17 anni quando nel campionato 78/79, con la CESTISTICA, giocava da protagonista in ‘poule A’. Ed era già così promettente che ancor prima che iniziasse quel campionato la Fortitudo Bologna pensò bene di…acquistarlo, lasciandolo però un anno in prestito a San Severo, anche perché potesse terminare gli studi di ragioneria presso l’I.T.C. ‘Fraccacreta’. Trasferitosi a Bologna vi rimase un anno, al termine del quale fu ceduto alla Scavolini Pesaro. Lì disputò ben 19 stagioni, nell’arco di 21 anni, ricoprendo nella squadra un ruolo chiave. E scrisse la grande storia del basket pesarese. Vinse i primi due scudetti di sempre del Club, nel 1987/88 e nel 1989/90. In quegli anni la Scavolini arrivò anche seconda in campionato per quattro volte. Nel 1984/85 e 1991/92 vinse la Coppa Italia, mentre in Europa alzò al cielo la Coppa delle Coppe nel 1982/83 e ottenne due secondi posti nel 1985/86 e 1986/87. Sempre con Pesaro giocò poi la final four della Coppa dei Campioni, l’attuale EuroLega, nella stagione 1990/91 e costrinse i New York Knicks al supplementare in una partita del torneo ‘McDonald’s Open’ nel 1990. Così DAN PETERSON e ALESSIO CATTANEO scrivono di WALTER MAGNIFICO in ‘Geni e Maghi’: i pesaresi lo hanno amato per la sua semplicità d’animo, perché di quella squadra è stato il leader indiscusso e il capitano. Perché è stato un miracolo di forza e di grazia, di leggiadria e di potenza, di armonia e rapidità. Stabilì diversi record in Serie A, maggior numero di partite giocate (760), 7° per punti totali segnati (9189), 2° per rimbalzi presi (4246), 2° per percentuale da due punti e 4° per tiri liberi segnati. Era così talentuoso da meritarsi un provino con gli Atlanta Hawks nel 1986. Sapeva fare di tutto: segnare, prendere rimbalzi, difendere ed era esperto, intelligente, duro e un giocatore di cuore. Era un ‘pacchetto completo’, come si dice. WALTER per due anni non giocò con Pesaro, nel 1996/97 vestì la maglia della Virtus Bologna e nel 1997/98 firmò invece per la Virtus Roma. Con la nazionale italiana ha giocato dal 1983 al 1995. Ha preso parte alle Olimpiadi del 1984. In totale con gli ‘Azzurri’ MAGNIFICO vanta ben 214 presenze ed ha segnato 2026 punti.

Altri articoli

Back to top button