ComunicatiIn evidenza

(video) A San Severo, presto la Cittadella dello Sport. Miglio: “Cantiere in fase avanzata”

di Ines Macchiarola e Michele Sales

Spazio intervista

Anche San Severo avrà la sua cittadella dello Sport. Un polo multifunzionale sorgerà entro il 2021 intorno all’area di Viale Padre Matteo d’Agnone, crocevia tra il Centro storico e un complesso di palazzi residenziali di relativa recente costruzione. Tutti i particolari in corso d’opera sono stati raccontati ai microfoni de La Gazzetta di San Severo direttamente dal Primo cittadino, il Sindaco Francesco Miglio e dall’Assessore ai lavori pubblici Luigi Montorio.

Percorso del processo decisionale ed iter legislativo: Tutte le tappe – “E’ un bando del Ministero dell’Interno destinato alla realizzazione di impiantistica sportiva in realtà difficili e in zone periferiche con un particolare disagio”. Così, in apertura il Sindaco nello speciale dedicato alle interviste de La Gazzetta. “Un bando ministeriale – aggiunge Miglio, ripercorrendo tutte le tappe cronologiche del processo decisionale amministrativo – che risale a fine 2011”.

“Nel 2012 – continua -, il Comune di San Severo manifesta l’interesse alla partecipazione cui seguì una successiva progettazione che, tra la fine 2014 e gli inizi del 2015 andò in appalto”. Il Sindaco puntualizza che “i lavori furono appaltati nel 2015, tuttavia l’iter subì un’interruzione dovuta ad alcune mancanze tecniche progettuali che avrebbero portato di fatto alla irrealizzabilità dell’opera. C’era la necessità – spiega il Sindaco – di intervenire su tutta una serie di accorgimenti importanti dettagliati a livello tecnico grazie all’ingegnere Montorio, in mancanza dei quali – evidenzia – l’opera sarebbe stata inutilizzabile e quindi de-finanziata”.

I rischi di de-finanziamento dell’opera – “Mancava la sistemazione dell’area circostante – precisa Miglio che ricorda come ci fosse “da completare la copertura e la recinzione. Mancavano le finiture degli spogliatoi, e non erano stati affidati gli incarichi tecnici di direzione dei lavori. Il Comune di San Severo – parliamo ancora del 2015 – per non perdere il finanziamento ministeriale, che ammontava ad oltre 400 mila euro, fece un ulteriore stanziamento a valere sui propri fondi di bilancio per un valore di complessivi 130 mila euro necessari ed essenziali per completare la struttura. Altrimenti nulla si sarebbe potuto realizzare in assenza una copertura completa, di spogliatoi senza finiture, senza attrezzature e servizi, e senza una sistemazione dell’area circostante sarebbe risultata a quel punto una struttura incompleta ed irrealizzabile. Così, da parte del Ministero dell’Interno si manifestavano queste criticità, ventilando la possibilità di de-finanziare l’opera, se da parte del Comune non ci fosse stata una ulteriore manifestazione di interesse attraverso degli stanziamenti propri per completare l’opera. A quel punto, anche grazie all’interlocuzione tra l’Amministrazione comunale – avvenuta nel 2016 -, con il Viceministro dell’Interno, il Senatore Filippo Bubbico, rinnovammo de novo la manifestazione di interesse cui seguì una Delibera per ulteriori fondi comunali al fine di conservare e mantenere un finanziamento che altrimenti sarebbe andato perduto”.

La consegna dell’opera alla città – “Il cantiere è in fase avanzata – a dichiararlo è sempre il Sindaco Francesco Miglio rispondendo alle domande de La Gazzetta di San Severo -.  “Stamattina – spiega – è stata posta in opera la struttura in legno lamellare dove entro domani verrà applicato un telo a metà altezza. La parte conclusiva della copertura verrà in seguito realizzata in muratura congiuntamente al completamento degli spogliatoi e alla sistemazione e messa in sicurezza dell’area circostante”. Per quanto riguarda i tempi di conclusione del centro sportivo polifunzionale, Miglio spiega come il Comune abbia “l’obbligo di rendicontare entro il mese di giugno 2021. Ciò significa che le opere dovranno essere necessariamente completate in primavera inoltrata, quindi non oltre il mese di maggio 2021 – periodo entro il quale – sarà utilizzabile da parte della città. All’interno della struttura polifunzionale dedicato – ricorda – alla scomparsa di un giovane Magistrato, la dottoressa Debora Ferrara in coerenza con lo spirito legalitario del finanziamento ministeriale -, all’interno del quale sarà possibile praticare quattro diverse discipline sportive ovvero sia: pallavolo, pallacanestro, pallamano e tennis. Ma cosa ancora più importante – evidenzia Miglio -, accanto a questa opera in via di realizzazione, il Comune ha intercettato un finanziamento di oltre 100 mila euro di Regione Puglia nell’ambito di un bando denominato “Sport per tutti” e che ci consentirà di risistemare la pista di atletica oltre che all’area inutilizzata che si trova al suo interno attraverso la realizzazione di un campetto da beach-volley, un’ area dedicata al gioco bocce, ed un’altra ancora al salto in lungo. Attraverso questi fondi, che andranno in appalto nei prossimi mesi, avremo la piena utilizzazione degli spazi con la realizzazione di un vero e proprio piccolo polo sportivo polifunzionale. Proprio perché, dopo il campo al coperto, venga predisposta la realizzazione di un campo scoperto dedicato alla pallacanestro, disciplina da praticare nei periodi e mesi più caldi della nostra stagione estiva e primaverile. Successivamente si passerà alla pista di atletica che, come si vede anche stamattina – precisa il Sindaco nel corso della video-intervista – è frequentata da diversi runner”.

In Conclusione, il Sindaco Francesco Miglio evidenzia la portata di un progetto di indubbio rilievo pubblico e ad alta valenza sociale. “E’ un intervento di cui ogni cittadino può essere contento – sottolinea – perché la pratica sportiva è importante per la nostra salute” soprattutto “in un momento pandemico come quello che stiamo vivendo. Ma è anche importante in un quartiere particolarmente popoloso con diverse problematiche”, offrendo l’opportunità di “allontanare i ragazzi dai pericoli della strada attraverso la pratica sportiva. Per quanto riguarda la procedura e l’iter legislativo, infine, la verità è quella che vi ho raccontato ed è una verità dimostrata dagli atti. Però – conclude – non voglio inseguire polemiche, non mi interessano, non sono foriere di nessun risultato, e credo per nessuno, men che meno per il primo cittadino, che invece ha tutto l’interesse a mettere a disposizione della propria cittadinanza questo bel polo sportivo che può essere vanto sicuramente della mia amministrazione”. #IoGiocoLegale

Immagini, video ed editing “La Gazzetta di San Severo”

rubino energas

Altri articoli

Back to top button