CronacaIn evidenza

(video) “È UNA COSA ATROCE VEDERE I CANI CHE VENGONO MESSI NEI FURGONI”, LA DISPERAZIONE DELLA RESPONSABILE DEL CANILE DI APRICENA

Questa mattina, giovedì 7 maggio, nella città di Apricena si è levata alta la protesta della responsabile del canile, contro la decisione del trasferimento degli ospiti tenuti da tempo nella struttura, dove lavorano quattro dipendenti.

La gestione del canile gode di una convenzione comunale, ma a quanto pare al momento, la spesa per le casse non è più sostenibile.

Claudia la responsabile lamenta il fatto di non sapere ancora bene quale sia il motivo di tale decisione e così racconta.

“Stamattina sono venuta a lavorare con i miei quattro dipendenti e, di colpo, ci siamo trovati i Carabinieri con un’ordinanza della Magistratura intimante il trasferimento dei nostri cani. Noi stiamo lottando da mesi per questo fatto…Come mai l’Amministrazione Comunale sta permettendo ciò? Per il risparmio delle Casse forse?”, lamenta la signora Claudia, aggiungendo che, oltre al profondo dispiacere per quelle creature così amate e custodite da tempo, nel canile lavorano quattro dipendenti e ne va anche di mezzo il futuro di quattro Famiglie.

“È una cosa atroce vedere i cani che vengono messi nei furgoni! Noi siamo arrabbiati! I cani verranno gestiti da un’altra Associazione”, ha puntualizzato, in attesa di chiarimenti da parte delle Istituzioni.

La Redazione

Altri articoli

Back to top button