ComunicatiIn evidenza

Video storico Villa Comunale: l’opinione di Aldo Sabatino

video
Dice: mo basta, ci hai stufato con il countdown della riapertura, le foto, il video della Villa.

Dico: se non sei interessato, e se non vuoi continuare ad essere seccato, vai avanti, cambia canale, ce ne sono per tutti i gusti.

Mi sento, invece costretto a ripostare il video per chiarire un punto essenziale: il mio personale interesse, puramente culturale, di cittadino privato, anzi, privatissimo, per i nostri Giardini Pubblici, risale a tempi assolutamente non sospetti, al 2001 quando scrissi una brevissima storiella fantastica su quell’orribile, terrificante, oscena, pacchianamente kitsch fontana nuova, diventata, ancora più, con l’attuale restyling, degna di qualche padiglione di Las Vegas, che aveva sostituito l’antica vasca con i pesciolini rossi. Di quei poverini ne avran fatto una frittura, temo.
Il mio interesse per la Villa si rafforza nel 2016, anno del 120mo anniversario della sua inaugurazione, avvenuta nel 1896, come si poteva anche evincere dall’anno in rilievo sulle formette di ferro alla base dei tre cancelli d’ingresso, due delle quali sono misteriosamente e inspiegabilmente sparite durante gli ultimi lavori, quella centrale è stata divelta da chissà quanti anni.

Nel video si può notare il progressivo svilimento, impoverimento, svuotamento della Villa avvenuto negli anni. Grida vendetta lo stato in cui era/è ridotta la montagnella, una tabula rasa, una assolata spianata del pianto. È innegabile che nel passato ci fossero scorci di notevole bellezza e suggestione che andavano preservati ad ogni costo e che sono andati per sempre perduti allo scopo scellerato di andare incontro ai gusti del tempo. Perfino le quattro statue delle divinità, opera della Fonderia de Lamorte & C, poste all’ingresso, sono state violentate con una orrenda vernice metallica che ha cancellato i segni e la patina del tempo, rendendo la superficie piattamente uniforme.
So benissimo che l’attenzione dei facebooknauti si limita ad una manciata di secondi per ogni post, per cui sono certo che pochi avranno avuto la pazienza di arrivare fino in fondo al video, dove si auspicavano, nel 2016!!! interventi di recupero, misure idonee a rivitalizzare gli spazi dei Giardini per restituirli nella loro antica bellezza alle passeggiate e al ristoro fisico e della mente dei Sanseveresi. Si sarebbe creata così, un’alternativa al canyon delle inalazioni di monossido di carbonio ch’è diventata Via T.Solis.
È evidente dai miei numerosi, recenti post sull’argomento, che il mio interesse per la Villa ha avuto un accrescimento esponenziale in questa calda estate. Il tema, per i ripetuti rinvii, che pure si possono dare per scontati per le opere pubbliche, meglio sarebbe stato, comunque, evitare di fare roboanti annunci di imminente riapertura, è diventato bollente e dolente e ben si prestava ad un po’ di satira e qualche frecciatina ironica. Viva Villa… la nuova.

Prof. Aldo Sabatino

Altri articoli

Back to top button