ComunicatiIn evidenzaPrima pagina

ANTICHE TRADIZIONI UN OTTIMO METODO PER RITROVARE IL BENESSERE

Cari lettori un mio modestissimo pensiero verte sul fatto che; le tradizioni sono la base per costruire un ottimo futuro.  La Puglia è sinonimo di usanze che vengono tramandate in ogni famiglia da sempre. Tutte le città del sud in particolare hanno caratteristiche comuni, molto variegate,tuttavia, dal punto di vista culinario.  A queste dobbiamo fare riferimento perché oltre a ritrovare un sano benessere a tavola, il cibo è sinonimo di convivialità. Il nostro bagaglio gastronomico è differente da ogni altra cultura al mondo. Questo difatti è scandito, come dissi tempo orsono, da ritmi, derivanti dal retaggio, di una cultura straordinaria, che si perde nella notte dei tempi.  Dolci, conserve, pasta fresca, sono un vero tesoro perché elaborati con amore e pazienza dai nostri avi; un’eredità senza precedenti. Farei persino riferimento a un’accademia, associata alla nomina di “ambasciatrici dell’arte gastronomica sanseverese nel mondo”. Oggi del resto non solo è cambiato il modo di produrre il cibo, ma anche il ruolo che esso svolge. Riscoprire i gusti di una voltasi rende fondamentale perché oltre una sana alimentazione a essi è legata una riscoperta dei valori. Dunque si rende necessario organizzare periodicamente; laboratori alimentari con testimonial di eccezione. Le donne uniche e insostituibili delle nostre famiglie. Custodi di eccellenza che; grazie al loro valore aggiunto, potrebbero tramandare a tanti ragazzi queste magnifiche ricette. Si tratta di far cimentare i giovanissimi nella creazione di pasta fatta in casa, dolci tipici, conserve. Scopo finale nutrire gli stessi creatori con le prelibatezze eseguite. Imparare stando insieme. Associando a ogni periodo dell’anno i sapori che lo contraddistinguono. Non meno, facendo riferimento, a una filiera corta del prodotto agroalimentare, creando piccoli accordi con agricoltori locali, per l’acquisto diretto. Ideale per la produzione, di conserve sott’olio. Da gustare poi a tempo debito, con assaggi a tema. Nei periodi della raccolta olive, con le aziende del settore; elaborare tour del gusto. Per educare ai sapori buoni e genuini, i palati del futuro. Spero come sempre che tali suggerimenti possano tornare utili alla cittadinanza.

Vincenzo Naturale

Altri articoli

Back to top button