Festa del SoccorsoIn evidenza

ATTI D’AMORE PER LA MADONNA DEL SOCCORSO

di MATTEO CALVANO

La pandemia causata dal Coronavirus ha impedito di far svolgere in questo mese di Maggio, tradizionalmente dedicato alla Madonna, i festeggiamenti in onore della nostra Augusta Patrona “Maria SS. del Soccorso”.Quest’anno ricorrono due significativi anniversari cari ai Sanseveresi e cioè il 440° anniversario del trasferimento della Sede Episcopale da San Paolo di Civitate a San Severo, come da Bolla“ProExcellenti” di PAPA GREGORIO XIII, nonché il 150° anniversario della elezione dell’Arciconfraternita “Maria SS. Del Soccorso” avvenuta sotto il papato di PIO IX.I festeggiamenti quindi potevano e dovevano essere necessariamente più imponenti.E’ arrivato, del tutto inatteso,il “dispettoso” Covid19, che ha mandato all’aria tutti i prevedibili preparativi.I Sanseveresi, tuttavia, sono più duri e coriacei del morbo nell’esternare tutta la devozione per la Vergine del Soccorso se è vero, come è vero, che sui balconi cittadini sono già state sistemate gigantografie della Madonna e sui social sono apparsi, in improvvisati addobbi, altarini familiari che mettono in bella mostra fotografie, figurine, statuette della nostra Protettrice, a volte accompagnata dai compatroni Severo e Severino. Orbene, Egregio Direttore, mi permetto, per il tramite della sua GAZZETTA DI SAN SEVERO, di invitare tutti i fedeli che abbiano già fatto o faranno atti privati di devozione di tenere opportuna documentazione fotografica.Le foto ben potrebbero essere oggetto di una mostra in una prevedibile festa patronale che mi auguro possa svolgersi comunque entro il corrente anno in tempi di assoluta tranquillità sotto il profilo sanitario. Il maledetto virus sono certo non prevarrà sulla caparbia volontà dei sanseveresi che vorranno onorare con manifestazioni anche esterne la Celeste Patrona, sicuri come sono del Suo immane aiuto materno.

Altri articoli

Back to top button