In evidenza

Centrodestra a Miglio & Co: “pe’ mmare nun c’è taverna”

Come colui che, nuotatore poco esperto, sopravvalutando le proprie forze, si avventura in mare aperto, e s’accorge che le forze vengon meno, che la riva è ormai lontana e la fine ben vicina, così la coalizione “Bene comune”

 

annaspa e si dimena, nel vano tentativo di appigliarsi a polemici argomenti quasi fossero scogli in grado di salvar la vita al candidato sindaco e ai suoi mentori/alleati. Alleati che, in qualche caso, hanno già tentato di evitare l’annegamento cercando di patteggiare il salvataggio da parte di scialuppe “avversarie”, che bene hanno fatto a lasciarli in ammollo, vista la storica inaffidabilità dei soggetti.

Orbene, la coalizione “Bene comune”, ormai col fiato corto e cosciente dell’impossibilità di arrivare al traguardo del 25 maggio con qualche chance di sopravvivenza, dedica gran parte del suo tempo a diffondere comunicati su argomenti populistici e demagogici che ben poco hanno a che fare con la campagna elettorale, e che mirano solo ad attaccare l’avversario politico con argomenti a volte sconclusionati, a volte del tutto fuori luogo. Analizziamo il caso della Cestistica, ad esempio. L’avvocato Ettore Censano ha ribadito, in linea con il programma della coalizione, che i cittadini hanno diritto alla pratica sportiva, e bisogna che le Amministrazioni lavorino in questo senso. Ma altra cosa è lo sport professionistico, dal quale la politica deve assolutamente rimanere fuori. I Sanseveresi non hanno certo bisogno del permesso di Miglio e compagni per dar vita ad “azionariati popolari” o altro, né dei Lapalisse che infarciscono i comunicati stampa di banali ovvietà (capacità organizzativa, dedizione, passione, ecc.).

Detto della Cestistica, veniamo all’insana abitudine che ha “Bene comune” di allungare gli occhi in casa altrui criticando il candidato sindaco Leonardo Lallo per essere stato in passato consigliere comunale di maggioranza. Ma, cari “benecomunisti”, non è tra le vostre fila che è candidato colui che, nella passata consigliatura, per cinque anni ha ricoperto la carica di presidente del consiglio comunale? Perché non ha rinunciato a tale carica dopo che la propria parte politica è passata (colpevolmente) all’opposizione? Forse per mero calcolo?

Altro tema che toglie il sonno a Miglio e compagni è quello del “voto utile”, cui più volte ha fatto riferimento Forza Italia. Come coalizione di Centrodestra a sostegno di Leonardo Lallo sindaco ci sentiamo di apportare un lieve correttivo a ciò che sostiene Forza Italia: noi non “solo” invitiamo i cittadini ad esprimere un voto utile nei confronti di chi ha certezza di vittoria; Ma li invitiamo “anche” a non dare voti inutili a candidati sindaci e coalizioni che vanno per mare senza saper nuotare.

Coalizione di Centrodestra

San Severo

Altri articoli

Back to top button