Cronaca

CERIGNOLA: SERVIZIO STRAORDINARIO A CERIGNOLA E TRINITAPOLI. IL BILANCIO E’ DI 4 ARRESTI ED UNA DENUNCIA IN STATO DI LIBERTA’.

Week-end impegnativo per gli uomini della Compagnia Carabinieri di Cerignola. Tra sabato e domenica, infatti, durante un servizio coordinato di controllo del territorio, effettuato nei comuni di Cerignola e Trinitapoli, e al quale hanno partecipato, complessivamente, 40 Carabinieri di tutti i reparti della Compagnia, sono state tratte in arresto 4 persone, mentre una quinta è stata deferita in stato di libertà.

Il primo a finire nella rete è stato un pregiudicato trinitapolese, ZACCARO FELICE, cl. ’52, sottoposto a fermo di indiziato di delitto per il reato di ricettazione. Nelle ultime settimane i militari della locale Stazione hanno ricevuto numerose segnalazioni e denunce in merito a furti di vario materiale in ottone. Immediatamente attivatisi, i Carabinieri di Trinitapoli, dopo una serie di servizi di osservazione e pedinamento, hanno puntato la loro attenzione all’abitazione del Zaccaro, dove è quindi stata eseguita una perquisizione. L’intuizione si confermava giusta; infatti, nel garage del malfattore è stato rinvenuto tutto quanto era stato denunciato dalle povere vittime, alle quali è stato restituito il maltolto, il cui valore complessivo si aggira intorno ai 1.000,00 euro. Zaccaro, pertanto, è stato condotto al carcere di Foggia, così come disposto dal P.M. di turno.

A Cerignola, invece, i militari dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia hanno arrestato CURCI FRANCESCO, cl. ’97, e CUCCHIARALE FRANCESCO, cl. ’96, entrambi, nonostante l’età, già pregiudicati, ed entrambi residenti nel quartiere popolare di “Torricelli”. Numerosi, negli ultimi giorni, sono stati i controlli dei Carabinieri proprio in quel quartiere. Sabato, durante l’ennesima perlustrazione della zona, i militari sono stati dapprima minacciati e poi aggrediti dal Curci, al quale i militari stavano sequestrando un scooter di grossa cilindrata perché sprovvisto di copertura assicurativa. Ne è nata una colluttazione, a seguito della quale il Curci riusciva a guadagnarsi la fuga, grazie all’intervento del Cucchiarale che era accorso in suo aiuto. Solo l’intervento di altre pattuglie dell’Arma, nonché di personale del locale Commissariato di Polizia, accorso in supporto, riusciva a scongiurare il peggio. I due malfattori, che tentavano di sottrarsi alla cattura, dopo pochi minuti sono stati rintracciati e dichiarati in stato di arresto. Entrambi sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e dovranno rispondere del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Durante la nottata di domenica, poi, sempre a Cerignola, i militari della locale Stazione hanno tratto in arresto CACCIAPAGLIA GERARDO, cl. ’96. In particolare, durante una perquisizione domiciliare preso la propria abitazione, dove vive insieme alla famiglia, gli operanti hanno trovato e sequestrato un quantitativo totale di 45 grammi di marijuana, in parte già confezionata in dosi, ed in parte custodita in un unico involucro, oltre a tutto il materiale per il confezionamento e lo spaccio della sostanza. Il giovane, fino ad oggi incensurato, è stato anch’egli sottoposto agli arresti domiciliari e dovrà ora rispondere di detenzione ai fini di spaccio di marijuana.

Ad essere denunciato in stato di libertà, invece, un altro giovane cerignolano, anch’egli incensurato, di soli 22 anni. Durante la notte, sottoposto a controllo, gli è stato  trovato addosso un quantitativo totale di circa 21 grammi di marijuana, già confezionata in “spinelli”, riposti in un pacchetto di sigarette. Dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di marijuana.

 

Altri articoli

Back to top button