ComunicatiPrima pagina

CHIEUTI: Clinica “Padre Matteo d’Agnone” Iniziati i lavori.

Chieuti: il Centro medico Padre Matteo d’Agnone è realtà. Sono iniziati i lavori di questa struttura sanitaria che si occuperà della diagnosi e cura di malattie ortopediche, malattie rare, cellule staminali, crioconservazione, laboratorio analisi. Il tutto nasce per volontà del notissimo prof. Gennaro Pipino che da tanti anni seppur tra tante difficoltà non si è mai fermato superando tutti gli ostacoli e cosa molto importante finanziando per intero i lavori.
Proprio per l’attività di specialistica del dott. Pipino che svolge a Bologna, questo Centro renderà sempre più forte il connubio esistente tra La Puglia e l’Emilia Romagna, infatti verranno qui a svolgere le proprie mansioni i migliori e più rinomati specialisti del mondo, grazie anche alla proficua attività scientifica e collaborativa con università internazionali dello stesso professore di Apricena.
Dal canto suo l’Amministrazione comunale ha fatto la sua parte. “la nostra volontà dal primo giorno d’insediamento, dice il Sindaco Diego Iacono, a risolvere i problemi che abbiamo trovato non è mai venuta meno. Tra tante difficoltà ci siamo attivati ed abbiamo ottenuto e portato in quella zona la nuova rete idrica, abbiamo dapprima sbloccato l’iter burocratico che presentava diversi aspetti poco chiari, provvedendo con celerità all’approvazione del progetto definitivo. Permettendo così l’inizio dei lavori. Ringrazio il prof. Pipino per aver avuto la pazienza di aspettare e di continuare a credere in questa importante iniziativa. Niente di speciale quindi, conclude il Sindaco Iacono, come sempre abbiamo fatto il nostro dovere per il bene della collettività che orgogliosamente rappresento, collaborando fattivamente con il prof. Pipino.
La nascita di questo importante polo sanitario porterà enormi benefici in termini di assistenza medica e specialistica per i cittadini del posto, di quelli dell’intera provincia e delle regioni limitrofe.
Inoltre favorirà lo sviluppo di tutto il territorio.
Si chiude positivamente questa lunga storia, una storia a lieto fine che dimostra come la sinergia e la fattiva collaborazione tra soggetti che perseguono lo stesso obiettivo porta sempre buoni frutti e benefici alla collettività intera.
Giovanni Licursi

Altri articoli

Back to top button