In evidenzaPolitica

Citta’ Civile: Verso la costituzione di una “Fondazione Teatro Giuseppe Verdi”

Lidya Colangelo: ARS LUMEN VITAE

Ieri sera, in Consiglio Comunale, Città Civile ha raggiunto uno dei risultati più importanti della sua storia. Dopo l’enorme successo nelle scorse amministrative in cui più di 4000 persone hanno dato la propria preferenza alla coalizione guidata da Nazario Tricarico, nella seduta della massima Assise cittadina del 31 gennaio, Città Civile ha visti inseriti nelle Linee Programmatiche di Mandato per il prossimo quinquennio dell’Amministrazione Miglio tutti i punti più importanti del proprio programma politico, sponsorizzati in campagna elettorale e proposti, in occasione di un town meeting, ai due candidati che si sono affrontati al ballottaggio. Città Civile, dunque, sarà presente in maniera preponderante sulla scena politico-amministrativa della nostra San Severo: questo sicuramente sia per la coerenza dell’intera coalizione che si era impegnata con gli elettori sottoscrivendo i punti stessi sia per la probità degli obiettivi che, proprio per questo motivo, non potevano essere né osteggiati né ignorati dalla maggioranza. Ieri sera, con un emendamento, è stato inserito anche il punto relativo alla possibilità di intraprendere un cammino per la costituzione di una “Fondazione Teatro Giuseppe Verdi”. A chi guardava con preoccupazione l’ingresso di privati nella gestione del Verdi, abbiamo apportato l’esempio di altre fondazioni sorte per il Petruzzelli di Bari, per il San Carlo di Napoli, per la Fenice di Venezia, per il Teatro alla Scala di Milano e per molte altre realtà italiane. Una fondazione non ha scopo di lucro e gli utili non vengono divisi tra i soci ma impegnati per le finalità previste dallo statuto e cioè la promozione e l’educazione alla musica lirica e all’arte in genere. A capo di una fondazione-teatro c’è il sindaco della città stessa e nel CDA è presente una componente importante dell’amministrazione comunale proprio per garantire la non estromissione della stessa dalla gestione. La fondazione ha il vantaggio di reperire fondi sia da finanziamenti pubblici sia da donazioni privati: infatti, può beneficiare dell’art bonus e può essere accreditata per l’erogazione del 5 per mille. Tra i soci fondatori della fondazione teatro possono esserci il MIBACT, la Regione, la Provincia, la Camera di Commercio, Confindustria. La fondazione ha un manager come sovrintendente e un direttore artistico di alto livello con comprovate e certificate capacità nel campo. Attualmente i costi di gestione del Verdi sono altissimi e gli spettacoli lirici comportano delle spese molto elevate che, attualmente, non ne permettono la programmazione. Il nostro obiettivo è riportare la lirica nel teatro lirico! Prendiamo atto dei risultati positivi delle stagioni di prosa degli ultimi anni ma riteniamo che relegare il Verdi alla sola prosa sia come avere una Ferrari e marciare a 20 Km/h: le potenzialità non vanno soppresse ma incanalate e favorite: la fondazione potrebbe essere la strada giusta. Il ringraziamento va al Sindaco, ai consiglieri di maggioranza tutti e al consigliere Fontanello per aver votato favorevolmente il nostro emendamento e una riconoscenza particolare, sentita, dal profondo del cuore, ai consiglieri del gruppo Liberi e Forti e a quelli del PD per le parole profuse a nostro sostegno: certi che solo lavorando insieme, non per schieramenti ma per obiettivi, riusciremo a dare il nostro contributo alla tanto amata San Severo. Inauguriamo una nuova stagione politica in cui non sono più le bandiere e i simboli di partito a guidare le votazioni in Consiglio Comunale ma il bene, il bello, l’utile e il vero!

Con il più grande amore per la mia Città

Lidya Colangelo

Altri articoli

Back to top button