ComunicatiPrima pagina

CORONAVIRUS: DAL PORTOGALLO LA TESTIMONIANZA DELLO STUDENTE SANSEVERESE BENITO PENNACCHIO

ll piccolo Portogallo sta dando lezioni a tutti riuscendo a contenere al minimo i danni della pandemia, nonostante una popolazione con età media molto alta. Il caso portoghese rappresenta una medaglia nella politica a livello europeo, il discorso tenuto dal capo dell’opposizione di centro-destra al dibattito sullo stato di emergenza, Rui Rio si è espresso con le seguenti parole: «La minaccia che dobbiamo combattere esige unità, solidarietà, senso di responsabilità. Per me, in questo momento, il Governo non è l’espressione di un partito avversario, ma la Guida dell’intera Nazione che tutti abbiamo il dovere di aiutare. Non parliamo più di opposizione, ma di collaborazione. Signor Primo Ministro, Antonio Costa, conti sul nostro aiuto. Le auguriamo coraggio, nervi d’acciaio e buona fortuna>> I cittadini portoghesi si sono posti in quarantena ancora prima di ricevere l’ordine di farlo e hanno subito trovato un modo per organizzarsi, grande popolo e una grande Nazione e lo testimoniano Benito Pennacchio di San Severo, e Letizia D. ragazza di origine Sarda, entrambi studenti universitari di Odontoiatria a Viseu che sono testimoni oculari, di come il popolo Portoghese sta superando egregiamente la crisi pandemica .Il segreto del popolo Portoghese sta nella compattezza sia politica che umana nell’affrontare questa emergenza , e che noi è altre Nazioni della comunità europea dovrebbero prendere da esempio.Il mio augurio è che finisca tutto al più presto , per così poter riabbracciare i nostri figli costretti ancora a non poter tornare alle loro città di origine, nel frattempo vi mando un bacio virtuale Benito e Letizia.

Pennacchio Rocco Enrico

Altri articoli

Back to top button