ComunicatiPrima pagina

Di Sabato M5S: “la nostra città è in un torpore mai visto causato da lassismo e pressapochismo”.

Interroga il sindaco in merito a tematiche di interesse della cittadinanza e alla delicata situazione Politico-Amministrativa

Il  Consigliere Comunale pentastellato Gianfranco Di Sabato, ieri 26 febbraio, ha presentato all’Amministrazione Comunale una interrogazione scritta indirizzata al Sindaco Francesco Miglio e al Presidente del Consiglio Comunale Ciro Cataneo. La richiesta di chiarimenti, in merito a tematiche di interesse della cittadinanza e alla situazione politico-amministrativa, sono alquanto dettagliate, nella quale si elencano punto per punto le numerose evidenti criticità. Un lungo elenco, inoltre, riguarda gli impegni assunti dall’Amministrazione Comunale, non ancora presi in considerazione o non  affrontati con la giusta attenzione. Si legge inoltre nell’interrogazione, di una lunga serie di questioni su cui non ancora ci si dedica seriamente, come ad esempio l’abbattimento delle barriere architettoniche, la prossima Festa Patronale e altro ancora. Infine, il Consigliere Di Sabato chiede di motivare risposte dettagliate ai vari punti della sua interrogazione, invitando il sindaco a fare una profonda riflessione sul suo operato fin qui svolto e di impegnarsi a prendere seriamente in mano la situazione. Nel caso il Sindaco Miglio non dovesse ricevere risposte immediate, tali da permettere di continuare serenamente il suo mandato, l’invito di Di Sabato al primo cittadino è di dare una vera svolta rassegnando le proprie dimissioni. Di seguito il testo integrale dell’interrogazione:

“⦁ La composizione attuale della giunta è stata messa in discussione da parte di alcuni consiglieri di maggioranza, pertanto, alla luce degli ultimi accadimenti non solo politici nella nostra città, è doveroso da parte del Movimento 5 Stelle scuotere gli animi del primo cittadino, della maggioranza e della dirigenza tutta che ha portato la nostra amata Città in un torpore mai visto. Le doglianze dei cittadini sono continue verso ogni settore: viabilità, opere pubbliche, manutenzione strade, sicurezza, assenza di parchi per bambini, vicenda nosocomio ecc…
⦁ Tutte queste problematiche sono sempre state prontamente portate in Consiglio e nelle Commissioni dal Movimento. Purtroppo ci siamo sempre scontrati con un sistema politico trincerato dietro un muro di gomma che fa del lassismo e del pressapochismo il proprio modus operandi, vantandosi spesso di successi mai ottenuti oppure frutto di proposte e battaglie combattute e vinte da altre forze politiche che, nel frattempo, restano nell’ombra. Ci riferiamo proprio a coloro che hanno avuto per anni parte attiva all’interno dell’Amministrazione comunale e che oggi, pur non avendo mai fatto proposte o opere visibili a vantaggio della nostra San Severo, puntano il dito paventando una crisi nel nostro Palazzo di città, senza ammettere di avere contribuito attivamente a questo degrado politico ed allo sfacelo delle nostre risorse più preziose che difficilmente potranno essere recuperate in tempi ragionevoli.
⦁ Proprio su queste premesse il Movimento 5 Stelle, stanco dell’evidente inerzia politica sempre più dilagante nella quale sta sprofondando la città, chiede espressamente al Signor Sindaco, ancora una volta, di chiarire concretamente le sue azioni di guida della nostra San Severo ed in particolare:

Quali sono le ragioni ostative per la definizione delle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) così come programmate da questa Amministrazione e approvate all’unanimità con D.C.C. n. 49 del 07/12/2020 su mozione dello scrivente? Comunità che potrebbero ridurre le difficoltà economiche di famiglie e imprese, oggi ancora più pressanti con il “caro bollette”, e rimediare alla cosiddetta povertà energetica.
Quali sono i motivi contingenti per cui non si procede all’attuazione delle CER, pur disponendo di uno studio approfondito e valido da parte della società “Green Wolf” avente titolo: Proposta di partenariato Pubblico Privato per la riqualificazione energetica e la gestione del patrimonio immobiliare del Comune di San Severo con contestuale creazione e gestione di una Comunità Energetica Rinnovabile? Studio che prevede l’affidamento dei servizi in Concessione mediante Disciplinare di gara aperta con Bando di Gara sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea (GUCE) e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI), secondo procedura di assoluta trasparenza.
Quale è stato l’interesse pubblico che ha portato a modificare la convenzione di cui alla Delibera di Giunta Comunale n. 116/2015, avente ad oggetto “Piano degli interventi di buone pratiche per la costruzione del paesaggio quale mitigazione degli impianti di produzione di energia da fonti alternative”, con cui, attraverso la D.G.C. n. 3/2022, si è proceduto alla 2° integrazione alla convenzione sottoscritta in data 03/08/2021 tra il Comune di San Severo e la Eurowind San Severo S.r.L. ove si richiede, in alternativa alla Manutenzione delle strade interpoderali, il servizio di taglio erba presso aree verdi comunali?
⦁ Ritiene la S.V. giusto, sulla scorta della definizione di paesaggio e delle buone pratiche di mitigazione anche in osservanza di quanto stabilito dalla carta del “Mosaico di San Severo”, che si sia proceduto a sopperire a carenze di pulizia, nell’ambito del centro abitato, a scapito della necessità dei nostri agricoltori di vedersi almeno ripristinate in parte le strade interpoderali che contribuiscono alla definizione, vivibilità e fruizione del nostro paesaggio agrario?
⦁ Considerato quanto riportato al punto precedente, ritiene altresì di compensare con altri fondi quelli sottratti al ripristino delle strade interpoderali? In estrema sintesi, intende prevedere apposito capitolo di bilancio che vada a coprire le somme “stralciate”, quindi indispensabili al raggiungimento dello scopo prefissato di reale mitigazione del paesaggio agrario interessato, e quale giusto ristoro per chi coltiva i campi e subirà il rumore assordante dei vicini aerogeneratori eolici?
Considerati i ritardi nella esecuzione delle Opere pubbliche, la notoria cattiva esecuzione delle stesse, in particolare nella nostra città con evidente sperpero del denaro pubblico, quali sono stati gli interventi adottati o che intende adottare per far fronte a tali criticità? Concorda nella maggiore trasparenza degli atti tecnici, e soprattutto nei maggiori controlli durante l’esecuzione e al termine dei lavori, con istituzione di una Task Force Comunale in grado di coadiuvare il RUP al fine di ottenere l’esecuzione delle opere secondo la perfetta regola dell’arte prescritta dalla vigente normativa?
Lo status del nostro Ospedale “Teresa Masselli Mascia”, presidio ospedaliero di I° Livello con bacino di utenza superiore ai 100.000 abitanti, risulta da decenni oggetto di evidenti e continue problematiche di accessibilità che trovano in parte origine nella mancata delocalizzazione: questione di assoluto e primario interesse. A questo proposito come pensa di risolvere l’annosa carenza di parcheggi? Si suggerisce la sistemazione della vicina area “ex Salesiani” su cui realizzare idoneo parcheggio interrato con copertura da destinare a impianto sportivo, in grado di sopperire alla cronica mancanza di posteggio per pazienti, visitatori e personale sanitario.
⦁ Sempre in relazione al nostro Ospedale e in merito alla ormai atavica inadempienza relativa al reclutamento del personale sanitario ed in particolare di Medici, come intende agire? A questo proposito si resta in attesa di adeguata e completa informativa e si invita la S.V. ad attivarsi con celerità e concretezza presso la Regione Puglia e gli Enti competenti affinché si scongiuri la chiusura di reparti fondamentali per salvaguardare il diritto alla salute dei cittadini e la possibilità di curarsi nel proprio territorio. Come Le è stato evidenziato per le vie brevi, lo scrivente è disponibile a collaborare mediante fattivo interessamento e coinvolgimento del mio Gruppo Politico ai massimi livelli.
Qual è l’indirizzo di sviluppo locale che l’Amministrazione ha in mente per la nostra città? In che modo si vuole utilizzare l’opportunità storica del PNRR per implementare tale idea di sviluppo? Nello specifico: a quali bandi del PNRR si vuole partecipare; qual è la programmazione delle attività al fine di presentare i progetti per tali bandi; qual è lo stato dei lavori rispetto alla scadenza dei bandi considerati strategici dall’Amministrazione per la città? Ancora, per i bandi con scadenza ravvicinata:
– rispetto all’avviso “M2C.1.1 – 1.1, Linea d’Intervento A, “Miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani” e conseguenti linee d’intervento B e C, tutte in scadenza il 16/03/2022;
– all’avviso pubblico 1/2022 per la presentazione di Proposte di intervento da parte degli Ambiti Sociali Territoriali con scadenza 31/03/2022;
– all’avviso pubblico per la presentazione di Proposte di intervento per la promozione dell’ecoefficienza e riduzione dei consumi energetici nelle sale teatrali e nei cinema, pubblici e privati in scadenza il 18/03/2022;
Qual è lo stato dei lavori?
Ci sarebbe ancora molto da chiedere. Ad esempio sul Piano per Eliminazione delle Barriere Architettoniche, di cui mi onoro aver fatto richiesta di redazione nel luglio del 2020, a che punto è la stesura del Piano? Inoltre per quanto riguarda il riconoscimento della Festa della Madonna del Soccorso quale Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, più volte discusso nella I° Commissione Consiliare e già oggetto di proposta nella scorsa legislatura, come intende concretamente procedere? Si evidenzia che tale riconoscimento ci permetterebbe di valorizzare, in termini culturali, turistici ed economici, la nostra secolare tradizione popolare al pari dell’encierro di Pamplona, della battaglia delle arance di Ivrea o ancora alla Rievocazione STORICA del Gioco del CALCIO FIORENTINO a Firenze.
Ill.mo Signor Sindaco, sempre con la correttezza e la lealtà che contraddistingue la passione politica e l’impegno personale mio e del Gruppo Movimento 5 Stelle che mi onoro di rappresentare, Le chiedo di dare motivate e dettagliate risposte a quanto sopra richiesto. Faccia una profonda riflessione e, in tempi brevi, prenda in mano la situazione e, se non troverà le giuste risposte e l’impegno necessario della sua compagine amministrativa a tutti i livelli, non attenda il lungo logoramento o peggio “il tirare a campare” perché la nostra comunità è in forte declino. Dia Lei una svolta e Rassegni le Dimissioni! Un atto così importante dimostrerebbe l’attaccamento alla sua gente, alla gente che l’ha votata e non alla tanto traballante e discussa poltrona.”

Consigliere Comunale M5S
Gianfranco Di Sabato

Altri articoli

Back to top button