Comunicati

Dino Marino: “Misure innovative per rilanciare la Puglia e combattere le povertà”

“Altro che Puglia che corre, qui ci troviamo di fronte ad uno spaccato che fa rabbrividire”. Così Dino Marino, consigliere comunale Pd, in merito al settimo atlante dell’infanzia di Save The children, in base al quale, in Puglia la percentuale dei bambini e dei ragazzi fino a 17 anni in povertà relativa supera di molto la media italiana: il 32% rispetto al 20%. Secondo l’indagine “la povertà diffusa, i servizi mancanti che spesso caricano tutta la spesa sulle spalle delle famiglie, hanno portato il Mezzogiorno d’Italia a percentuali più alte delle medie italiane”. La ricerca sottolinea poi che “i bambini pugliesi dai 6 ai 17 anni che non hanno visitato monumenti o siti archeologici sono più di 4 su 5 (84,4%)”, mentre “3 su 4 non sono andati a mostre o musei (74,3%)”. In Puglia, inoltre, “i dati dei minori in Comuni con dissesto o riequilibrio finanziario sono particolarmente allarmanti: contro una media nazionale del 7,4% (minori 0-17 anni sul totale della popolazione), nella provincia di Foggia i minori che vivono in comuni con dissesto o riequilibrio finanziario sono il 26% mentre in quella di Taranto toccano addirittura il 33,6%”. “Qui occorre interrogarsi su quello che le istituzioni – Regione, Provincia, Comuni – hanno messo in campo in questi anni in tema di politiche di inclusione sociale. È evidente che quanto fatto non è stato sufficiente a invertire una tendenza storica secolare. E, soprattutto, occorre chiedersi come combattere queste sacche di povertà”, afferma Marino che rimarca: “occorre incentivare la fruizione gratuita delle nostre istituzioni culturali e dei nostri siti archeologici; mettere a punto azioni concrete per combattere dispersione scolastica e bullismo; sostenere le famiglie economicamente più fragili; sostenere i consumi e le pensioni minime”. “Il rischio che corriamo è che il divario tra Nord e Sud, tra chi può e chi non può si allarghi a dismisura. La sfida, quella della sinistra, e quella delle istituzioni del Mezzogiorno è quella di definire misure coraggiose e innovative; di combattere le povertà, vecchie e nuove, andando oltre gli schemi tradizionali”, conclude il consigliere comunale PD.

Altri articoli

Back to top button