In evidenza

Dissesto idrogeologico: 16 milioni messa in sicurezza Marina di Lesina

Dissesto idrogeologico: 16 milioni messa in sicurezza Marina di Lesina
Sarà realizzata una innovativa opera di ingegneria idraulica progettata dall’Autorità di Bacino. Di Gioia: “Risorse congrue, da impiegare con celerità ed efficienza”. Altri 6 milioni per il canale Acquarotta

Dissesto idrogeologico: 16 milioni messa in sicurezza Marina di Lesina

Una storia lunga vent’anni per la cui soluzione definitiva vengono poste le basi amministrative, finanziarie e tecniche. È quella del dissesto idrogeologico di Marina di Lesina, dei residenti, dei turisti, di centinaia di proprietari spossessati delle proprie abitazioni e di una miriade di attività dell’indotto e di posti di lavoro collegati.

Grazie alle tre delibere approvate oggi dalla giunta regionale, il territorio del Comune lagunare vedrà realizzata una innovativa opera di ingegneria idraulica progettata dall’Autorità di Bacino della

 

Puglia, che risolverà in modo definitivo i problemi di assetto della zona. Con un finanziamento aggiuntivo di 6 milioni di euro, verrà tutelato l’idrodinamismo da cui dipende l’ecosistema della laguna, attraverso la sistemazione  del canale Acquarotta.

Le delibere, proposte in giunta dal governatore della Puglia, prevedono innanzitutto che la Regione, attraverso il proprio servizio Lavori Pubblici ed in particolare attraverso il Genio Civile di Foggia, sia il soggetto attuatore degli interventi di messa in sicurezza della località di Marina di Lesina, per i quali sono a disposizione, in base alla delibera Cipe dell’agosto 2012, oltre sedici milioni di euro (per la precisione 16.076.869,35 rinvenienti dai fondi Fas). Anche la verifica di stabilità degli edifici verrà affidata agli uffici del Genio Civile, che avranno a disposizione  le risorse necessarie per effettuare le indagini tecniche nel minor tempo possibile.

Oltre a questa ottimizzazione ed accelerazione dell’impiego delle risorse già esistenti, la giunta regionale ha provveduto a destinarne altre a tutela dell’ecosistema lagunare.  Con una terza delibera sono stati infatti finanziati i lavori di sistemazione idraulica del Canale artificiale Acquarotta.

Realizzato ai primi del Novecento, è prezioso per il vitale scambio idrico mare-laguna, ma il costante rischio di scoscendimenti delle sponde e di conseguente occlusione ne fanno anche una minaccia costante per l’equilibrio ambientale della laguna.

STRISCIA LA NOTIZIA A MARINA DI LESINA

L’assessore al Bilancio, Leonardo Di Gioia: “La soluzione fortemente voluta dal presidente Vendola e da me condivisa nella parte progettuale e in quella finanziaria, serve a garantire la sicurezza delle famiglie di residenti, di turisti residenziali, ma anche il diritto di centinaia di proprietari a rientrare in possesso delle abitazioni delle quali potrà essere certificata la stabilità.

DISSESTO IDROGEOLOGICO: SFILANO MANIFESTANTI

Non per ultimo protegge il delicato equilibrio dell’ecosistema lagunare, che ha bisogno di un costante idrodinamismo. È importante che queste realizzazioni siano seguite ed accompagnate dal Genio Civile di Foggia, a testimonianza di un giusto e salutare protagonismo del territorio. Le risorse individuate sono congrue rispetto a questi obiettivi. Dobbiamo utilizzarle celermente ed in modo efficiente, superando ogni eventuale criticità con spirito collaborativo”.

 

da Foggiatoday

Altri articoli

Back to top button