EventiIn evidenza

DUE NUOVI ROMANZI PER L’AVVOCATO SANSEVERESE VALENTE

“Ok, mister!” e “Mai grazie!”

di MARIO BOCOLA

Dopo la “Favola di Rina, l’Ape Regina”, l’avvocato sanseverese Mauro Valente continua a cimentarsi nella scrittura con la voglia di raccontare e soprattutto di affascinare e incuriosire il lettore. Ecco che dalla sua vena scrittoria sono venuti alla luce due nuovi romanzi che narrano storie belle ed edificanti che ci aiutano a comprendere e riflettere sulla società del nostro tempo. I due romanzi sono “Ok, mister!” e “Mai grazie!” (San Severo, Cdp Service Edizioni, 2014). “Ok, mister!” è la storia di un’infanzia negata, di chi non l’ha proprio conosciuta e vissuta, perché abbandonato dall’affetto più caro, quello dei genitori. Alex è un ragazzo che ha trascorso tutta lasua infanzia in un orfanotrofio per essere stato rifiutato dalla nascita. Questo ragazzo, però, anche se sfortunato perché la vita gli si è voltata contro, possiede spiccate doti tecniche e atletiche ed è cosi che l’allenatore Vincenzo Ferrara, con immenso affetto e amore, percepisce la sofferenza interiore di Alex e lo avvia al gioco del calcio, diventando il suo nume tutelare, il suo padre putativo colui che lo aiuta a superare tutte le difficoltà del suo carattere scontroso e difficile. Vincenzo e Alex percorrono lo stesso cammino insieme, una strada lunga e impervia fino a quando il ragazzo viene in possesso della lettera della madre naturale che spiega i motivi che l’hanno costretta ad abbandonarlo e così Alex chiede a Vincenzo, suo allenatore e protettore, di aiutarlo a ricercare le proprie origini. E nella ricerca delle proprie origini a fare da guida sarà proprio l’autore, Mauro Valente, tutore della legge e del riaffidamento alla madre naturale. Di altro tono è, invece, la storia raccontata nel romanzo “Mai grazie!”, la storia della diversità, dell’essere considerato “diverso” dagli altri perché innamorato di una persona dello stesso sesso. Tutto nasce dalla richiesta di Andrea, ventenne, che si rivolge all’avvocato Valente perché lo aiuti a cercare un lavoro, ma ben presto l’incontro tra il ragazzo e l’avvocato è occasione propizia per Andrea di aprirsi, di confidarsi, insomma di raccontare all’avvocato le sue ansie, i suoi timori, le sue paure della sua “diversità” e della complicata e tormentata storia d’amore con Federico conosciuto tra i banchi dell’università. A complicare il rapporto tra Andrea e Federico è il luogo d’origine: entrambi sono meridionali e vivono nel terrore del pregiudizio, del dileggio, della grande difficoltà di confessare alle famiglie la loro condizione di diversità. Ad intrecciare le strade dei due ragazzi è la legge. Due romanzi di profonda analisi e introspezione, ossia due vicende della società contemporanea: l’infanzia abbandonata con la storia di Alex e il problema della diversità in Andrea e Federico. Si tratta di storie che l’avvocato Mauro Valente racconta mescolando pillole di saggezza alla competenza umana e professionale.

Altri articoli

Back to top button