In evidenza

È iniziato il Nuovo Anno scolastico 2013-2014: gli auguri di S. E. Mons. Lucio Angelo Renna, Vescovo della diocesi di San Severo.

Da profondo conoscitore del mondo scolastico (è stato preside della Scuola Media e del Ginnasio a Torre Santa Susanna ed ha pure insegnato nel Liceo Linguistico della stessa cittadina in provincia di Brindisi), questo il suo paterno e sentito saluto augurale all’intera comunità scolastica della Diocesi di San Severo,

 

in un contesto in cui l’emergenza educativa e l’imbarbarimento delle comunità, insieme ad altri problemi, richiedono la massima attenzione.

“ L’inizio del nuovo anno scolastico è, per me Vescovo, un’occasione propizia per rivolgere un saluto augurale a tutti coloro che, in vario titolo e con diverse responsabilità, sono chiamati ad animare questa indispensabile Istituzione che non ha solo il compito di assicurare l’educazione integrale delle giovani generazioni, ma anche di promuovere la cultura nel territorio e dunque l’autentico e pieno progresso della società. Lo faccio volentieri e con grande rispetto e speranza, anche perché conosco da una parte problemi ed attese, sfide e risorse della scuola e, dall’altra, il ruolo che essa è chiamata a svolgere in questo mondo che cambia, per assicurare un futuro migliore e più vivibile non solo ai ragazzi ed ai giovani, ma anche alla collettività. Prendersi cura, attraverso un’opportuna sensibilizzazione ed un più attivo coinvolgimento delle numerose e delicate questioni relative all’educazione ed alla scuola, è un atto d’amore che, soprattutto per il credente, costituisce un impegno di fedeltà che deriva dal preciso dovere per i cristiani al fine di rendere presente nella storia la missione della Chiesa: “educare alla vita buona del Vangelo”.

Con questo messaggio – prosegue Mons. Renna – intendo richiamare l’attenzione richiesta soprattutto alla comunità cristiana e specialmente alle parrocchie della nostra Diocesi, in vista di un loro coinvolgimento nella soluzione dei numerosi e delicati problemi che attraversano il mondo della scuola e, più in generale,

dell’educazione. Anche i cristiani, infatti, risentono spesso del clima di disinformazione e di disaffezione, di disinteresse e di delega che circonda il mondo della scuola e finisce per isolarla all’interno della società. Impegnarsi per una più attiva partecipazione è dunque un appello ed un modo di essere, un dovere ed un impegno che scaturisce non solo dal sentirsi cittadini, che hanno a cuore il bene comune, ma dall’identità e dalla missione propria di coloro che sono chiamati ad essere discepoli e testimoni di Cristo nei confronti dell’uomo e della sua integrale promozione. Capita di costatare, invece, che nelle parrocchie non esiste la preoccupazione per la scuola, se non episodicamente – così il Pastore della Diocesi entra nel merito – È vero, lo spessore dei problemi e le loro dimensioni superano i confini e le possibilità della parrocchia; tuttavia è altrettanto certo che non può assolutamente giustificarsi l’atteggiamento deresponsabilizzante che spesso si incontra nelle nostre comunità quando si tratta di contribuire a creare le condizioni più idonee affinché la scuola raggiunga gli obiettivi a cui tende il difficile quanto necessario lavoro educativo.

È indispensabile aprire e tenere vivo, in tutte le forme ed a tutti i livelli, il dialogo con le Istituzioni scolastiche del territorio, collaborando alle iniziative culturali ed educative, alle attività programmate dalla scuola e, se possibile, mettendo a disposizione anche le strutture parrocchiali esistenti, con la consapevolezza che solo con la sinergia di tutte “le agenzie educative” si può sperare nella soluzione delle questioni dell’educazione delle giovani generazioni – Queste le conclusioni del Vescovo – Dialogare e sostenere, infine, la difficile opera degli insegnanti di religione ai quali, in prima persona, è affidato il servizio di diffondere, a nome della comunità cristiana, la cultura cristiano-cattolica in mezzo ai ragazzi, giovani e società del nostro territorio, cosa che raccomandiamo loro di fare sempre con competenza e passione educativa, in modo che ciò che annunciano con le parole agli alunni lo possano prima leggere realizzato nella loro vita.

Rinnovo a tutti gli auguri sinceri di “buon lavoro” ed invoco su di esso le benedizioni divine “.

San Severo lì, 18 settembre 2013 – Santa Sofia


Direttore Ufficio Comunicazioni Sociali/Addetto Stampa

dott. Beniamino PASCALE

Relazioni esterne e comunicazione: dott. Beniamino Pascale

mobile: 3472318523 – beniaminopascale@tiscali.it

Curia Vescovile-Uffici diocesani, via Soccorso nr. 38

71016 – SAN SEVERO (FG)

www.diocesisansevero.

Altri articoli

Back to top button