In evidenza

Fernando Caposiena: Candidato Miglio & C

Candidato Miglio & C., alias Bene Comune, non crediate che siccome non sono candidato vi potete prendere la pizzicata! I vostri pseudoattacchi dimostrano soltanto che non avevate capito niente quando scaldavate i banchi del Consiglio Comunale, e disperatamente cercavate di contrastare l’azione positiva dell’Amministrazione con denunce inconsistenti contro tutto e contro tutti.

La Coalizione Bene Comune,

 

cosi come il suo illustre candidato Sindaco, evidentemente non hanno altri argomenti elettorali, se cercano di utilizzare la polemica politica come arma contro gli schieramenti avversari, sbagliando per altro la mira, puntando contro di me che non sono candidato e quindi sono estraneo alla competizione elettorale.

Comunque, visti i riferimenti continui alla mia persona, per correttezza nei confronti dei concittadini e per dar loro la possibilità di capire come stanno le cose, mi corre l’obbligo di far conoscere la mie considerazioni e le dovute precisazioni in merito all’operato politico.

Purtroppo Miglio e i suoi sono un refuso della politica, un insieme di insofferenti, indisciplinati, buttati fuori dai partiti, che cercano di accreditarsi con le chiacchiere e le calunnie. I cittadini elettori di San Severo hanno già pesato la loro inconsistenza politica e, il consenso elettorale tanto ostentato all’inizio della campagna elettorale, ormai è diventato un miraggio.

Inoltre poiché l’acume non è tra le loro peculiarità, sono sicuro che continueranno a perdere consensi con i loro comunicati stampa polemici contro il centro destra e le precedenti  amministrazioni,  che non fanno altro che evidenziare le incapacità dei governi cittadini di centro sinistra, che oltre a non saper fare, non sanno neppure utilizzare i finanziamenti lasciati dal centro destra. Posso certamente affermare, purtroppo per voi, che sono i programmi e le idee a far vincere le competizioni elettorali. Non certo le strumentalizzazioni sterili e false.

Ma con quale coraggio il Candidato Sindaco Miglio, che siede tra i banchi del Consiglio Comunale da lunga data, si permette di professarsi nuovo e purificato, insieme ai suoi, quasi come se fossero usciti dal fiume Gange!  Mi dispiace ricordare alla Coalizione Bene Comune, e ne avrei fatto volentieri a meno se non mi avessero costretto, che il candidato Sindaco Miglio ha un curriculum politico che farebbe rabbrividire persino i meno esperti e i neofiti della politica.

Ricordiamo dunque, visto che la Coalizione Bene Comune ama parlare delle vecchie amministrazioni, chi è Il candidato Sindaco Miglio. Vogliamo ricordare che Miglio è stato assessore ai lavori pubblici della giunta Santarelli e, al termine del suo mandato, ha lasciato in eredità alla città un danno pari ad un milione di euro per scellerata gestione della Biblioteca Pascoli? Vogliamo ricordare i settecento mila euro spesi per la pista ciclabile degna di un dilettante allo sbaraglio? Vogliamo ricordare, ancora, che il rinnovo del contratto per il servizio di igiene urbana  è avvenuto con la sua amministrazione e che è stato aumentato di un milione di euro? O forse vogliamo ricordare che il Comune ha pagato per spese legali cifre da brivido a causa del contenzioso voluto dalla sua amministrazione contro la società proprietaria della Centrale Turbogas , tanto da interrompere tutti i rapporti con la stessa (che l’amministrazione precedente aveva faticosamente costruito al fine di favorire l’inserimento di lavoratori sanseveresi e favorire la stipula di convenzioni per risparmi sull’energia per l’intera Collettività) ? Oppure, dulcis in fundo, vogliamo ricordare che il consigliere Miglio ha votato positivamente per l’impianto di compostaggio salvo poi porsi in contrapposizione con quanto deliberato ? Ebbene, si potrebbe continuare ad oltranza ma credo sia il caso di fermarsi qui anche perché un candidato Sindaco, da sempre militante nel centro sinistra e oggi  guidato da un vecchia volpe ( la cui furbizia, a differenza della mia, si estende oltre i limiti cittadini e arriva a quelli regionali e passando da destra a sinistra con notevole disinvoltura), che si rifiuta di partecipare alle primarie poiché conscio di perdere contro gli altri candidati, non può certo ruggire a 15 giorni dalle votazioni come fosse un leone.

Cara Coalizione Bene Comune le partite si vincono con le armi della programmazione e della capacità di realizzazione, non con gli attacchi sterili e strumentali. A parlar male son capaci tutti, e a realizzare che sono capaci in pochi.

Mi diceva un ragazzo di diciannove anni qualche giorno mentre serenamente chiacchieravamo :” I vincitori parlano di idee, i perdenti tirano fango”.

Altri articoli

Back to top button